8/20/2017

Apertura Cascate del Serio 20 agosto - 17 settembre - 15 ottobre Valbondione (BG)

Apertura Cascate del Serio 20 agosto - 17 settembre - 15 ottobre Valbondione (BG)

Apertura Cascate del Serio

20 agosto - 17 settembre - 15 ottobre

Valbondione (BG)

Nei primi chilometri del suo percorso il Fiume Serio forma i Laghi di Barbellino Superiore e Inferiore, e attraversa la località turistica di Valbondione, nel cui territorio sono localizzate le cascate del Serio: si tratta di un triplice salto per complessivi 315 metri, il più alto d'Italia e il secondo in Europa.  Nel 1931, nel luogo in cui sorgeva un piccolo lago naturale, venne edificata una diga per la produzione di energia elettrica che interruppe il corso del fiume. Nel '69 la diga aprì le barriere per far rivivere la bellezza delle cascate. Da allora, in accordo con ENEL, l'evento è ripetuto diverse volte lungo ogni stagione estiva.

Se le precipitazioni invernali garantiscono una riserva d'acqua sufficiente a garantire la buona riuscita delle aperture, i promotori organizzano cinque eventi nell'arco del periodo che va da giugno a ottobre, generalmente di sabato o domenica per consentire a quanti più curiosi e appassionati di godere dello spettacolo mozzafiato della natura che si scatena in tutta la sua forza, rovesciando a valle circa 10.000 metri cubi d'acqua.


Particolarmente suggestiva è l'apertura in notturna che da qualche anno si svolge nel mese di luglio, talvolta accompagnata da una manifestazione enogastronomica dalla partecipazione facoltativa. Nell'occasione, i volontari della Croce Blu di Gromo accendono potenti motofari per illuminare i tre salti delle cascate, rispettivamente di 166, 74 e 75 metri, per complessivi 315 metri. La partecipazione richiede abbigliamento da montagna e l'uso di torce o pile frontali per la discesa in notturna, resa davvero emozionante dal serpentone di lucine che si snoda sinuoso percorrendo il sentiero verso valle.

Come raggiungere le cascate del Serio

Ogni anno migliaia di persone salgono a Valbondione, distribuendosi nelle zone strategiche da cui è possibile godersi al meglio lo spettacolo offerto dai 10.000 metri cubi d'acqua che precipitano a valle. Queste aree sono la zona dei grandi macigni, a monte della contrada Maslana, e la strada militare che porta al Curò.

  • Itinerario 1 - Si ringrazia il signor Emilio Menin, del Circolo Fotografico Monzese, che ha redatto questo itinerario.

Dall'uscita Bergamo dell'Autostrada A4 si seguono le indicazioni per la Valle Seriana fino a Ponte Selva; lasciando sulla destra il tratto per Clusone/Presolana, allo stop si prosegue diritti per Valbondione.
Superati gli abitati di Ardesio, Gromo e Gandellino, sempre rimanendo sul percorso principale, si supera l'abitato di Fiumenero e, dopo circa 50 km. da Bergamo, si arriva a Valbondione posta a 900 mt.s.m.
Nelle domeniche di apertura delle Cascate apposito personale autorizzato richiederà, all'ingresso del paese, un diritto di parcheggio di 5 euro,valido per tutto il territorio, e rilascerà l'apposito scontrino, da esporre ben visibile.
Per raggiungere il punto di migliore osservazione delle Cascate occorre seguire la mulattiera per il Rifugio Curò (segnavia CAI N.305) ben indicata e di facile percorrenza.
Lasciato l'abitato la mulattiera si snoda sul lato destro della Valle, sinistra orografica del Serio, attraversando boschi di faggi e conifere con una pendenza costante ma non faticosa; superato un punto di ristoro e la successiva stazione di partenza della teleferica che porta i materiali al Rifugio Curò, si attraversa su un ponticello di cemento un piccolo torrente affluente del Serio e si arriva ad un grande prato che costituisce la tribuna naturale per l'osservazione delle Cascate. Durata media del percorso dall'inizio della mulattiera circa 50 minuti.
In prossimità della partenza della teleferica un tabellone turistico riporta i percorsi ed i luoghi più interessanti della zona.
Per consigli tecnici sulle tecniche fotografiche e sui soggetti d'interesse da non perdere, è possibile visitare l'articolo dedicato presente sul sito del Circolo Fotografico Monzese.
  • Itinerario 2 - Si ringrazia il signor Andrea Vittorio Rodigari per la segnalazione di questo percorso.

Partendo da Valbondione si Prende in direzione Pianlivere/Piano Inclinato da dove parte il sentiero per il Borgo di Maslana. Il sentiero non è faticoso e in circa 30 minuti porta a Maslana.
Arrivati nella contrada Polli si prosegue in direzione Contrada Picinella. Il precorso da Maslana è praticamente tutto in piano fino all'antico ponte romano. Dopo averlo attraversato e girato a sinistra si arriva nella Piana del Serio. Da qui si prosegue fino ad arrivare all'Osservatorio floro-faunistico di Maslana, nella zona dei grandi massi da dove si può ammirare lo splendido spettacolo delle Cascate del Serio.
Il tempo trascorso dall'arrivo in Maslana ai grandi massi per chi vuole godersi a pieno della tranquillità della natura è di circa 30 minuti.
Il percorso complessivo da Pianlivere/Piano Inclinato fino ai grandi massi è di circa 50 - 60 minuti.

Nessun commento:

Posta un commento