lunedì 2 gennaio 2017

I Boreali Nordic Festival: libri, musica, cinema e food 2-3-4-5 febbraio Milano @iborealinordicfestival

I Boreali Nordic Festival: libri, musica, cinema e food 2-3-4-5 febbraio Milano

I Boreali Nordic Festival: libri, musica, cinema e food

2-3-4-5 febbraio

Milano

Incontrare gli scrittori scandinavi, gustare un brunch finlandese o ballare al ritmo di una band nordica. E poi ancora cinema, corsi di lingua, persino un pugilato letterario. Appassionati del Nord Europa questo è per voi: al via la nuova edizione de I Boreali, il festival dedicato alla cultura del Nord in programma al Teatro Parenti dal 2 al 5 febbraio. Ed è interessante che tutto nasca da una casa editrice, una che il Nord Europa lo conosce bene e forse più di tutte contribuisce a diffonderlo in Italia: Iperborea, insieme a una serie di partner italiani e scandinavi. Si parte dai libri per esplorare un mondo sfaccettato e che sta vivendo da tanto le sue stagioni di gloria, dalla letteratura al design. Il tutto con un fil rouge: la Finlandia, che nel 2017 celebra i cento anni dell’indipendenza dalla Russia.

Edizione 2017 più che mai all’insegna dello scambio e del confronto. «Siamo contenti perchè stiamo coinvolgendo sempre di più scrittori italiani spingendoli a dialogare con gli autori nordici», hanno spiegato Pietro Biancardi e Cristina Gerosa, editore e direttore editoriale di Iperborea. Cosa succederà a I Boreali? Ecco gli eventi principali


Il cibo

Torna con i grandi classici della cucina scandinava e l’appuntamento con il Nordic Brunch, che per questa edizione sarà a tema finlandese, e porterà la firma degli chef Kimmo Kettunen e il nostro Andrea Vigna (sabato 4 febbraio ore 12.30-14.30). Un viaggio culinario all’insegna del super food made in Nord: frutti rossi e salmone, ma anche torte di ortiche. In programma anche una degustazione di birre nordiche in compagnia del maestro birraio Davide Catalano (sabato 4 febbraio ore 19).

Il cinema

Eccasione da non perdere per gli appassionati cinefili, perchè potranno assistere alla proiezione di film e documentari dal Nord Europa che non hanno trovato distribuzione in Italia, rigorosamente in lingua originale con sottotitoli in italiano. Quest’anno lo spazio per il cinema si fa più corposo, tra gli altri il documentario svedese Astrid di Kristina Lindström sulla vita della celebre scrittrice Astrid Lindgren (sabato 4 febbraio ore 16); il finlandese The fencer di Klaus Härö, ambientato all’inizio degli anni ’50 in un piccolo villaggio sulla costa estone, che è stato candidato al Golden Globe come Miglior Film Straniero (giovedì 2 febbraio ore 21.30); Rams. Storia di due fratelli e otto pecore di Grímur Hákonarson, primo film islandese ad aggiudicarsi il premio Un certain regard al Festival di Cannes 2015.

La letteratura

Tra i vari incontri in programma ci sarà Jonas Hassen Khemiri, che nel corso della serata inaugurale (giovedì 2 febbraio ore 18.30) dialogherà sui temi di memoria, integrazione e identità con Valerio Millefoglie sul suo nuovo romanzo – bestseller in patria e tradotto in 33 paesi – Tutto quello che non ricordo (Iperborea); il poeta e performer islandese Andri Snær Magnason, noto anche per la sua candidatura alle elezioni presidenziali dell’Islanda nel 2016, di cui è in uscita la raccolta di poesie Bonus (Nottetempo) di cui parlerà con Matteo Bordone (venerdì 3 febbraio ore 18.45); la danese Anne Lise Marstrand-Jørgensen, autrice di vari romanzi, l’ultimo dei quali è L’Imperatrice del deserto (Sonzogno), che converserà con Violetta Bellocchio nell’incontro Tra mito, storia e contemporaneità: la leggenda della regina di Saba (sabato 4 febbraio ore 16.30); lo scrittore olandese Jan Brokken, che terrà un incontro, insieme a Giacomo Papi, sul suo libro più conosciuto Anime baltiche e sull’ultimo romanzo dedicato alla vita di Fëdor Dostoevskij Il giardino dei cosacchi (Iperborea) (domenica 5 febbraio ore 15).
Agli incontri con gli autori, si aggiungono appuntamenti tematici sul mondo letterario nordico: Elfi, mucche marine, spiriti vitali e altre figure del folklore islandese a cura della traduttrice Silvia Cosimini (sabato 4 febbraio ore 11.30); una panoramica su Vichinghi a fumetti e sull’impatto delle saghe nordiche nei nostri fumetti: mitologia e saghe nordiche nel fumetto italiano di Fulvio Ferrari (venerdì 3 febbraio ore 18); due racconti per immagini e parole di Luca Scarlini, uno dei quali dedicato al regista Ingmar Bergman (venerdì 3 febbraio ore 20.30).

Il pugilato letterario

Ecco un modo divertente per raccontare un libro, che scardina le classiche e spesso compassate presentazioni libresche. Due avversari, un “ring” e sei round. Si combatterà a suon di difesa e attacco su Karl Ove Knausgård. Genio o bluff? in cui si sfideranno Marco Rossari e Fabio Deotto, arbitrati da Marco Ardemagni (sabato 4 febbraio ore 20.30).

La musica

Sarà in programma domenica 5 febbraio, in chiusura del festival, una serata live con due protagonisti della scena musicale scandinava: Mr. Silla, progetto solista della musicista islandese Sigurlaug Gísladóttir, ex membro della band mùm, e Jaakko Eino Kalevi, polistrumentista finlandese figura di culto nel panorama della musica indipendente. Chi è appassionato o semplicemente incuriosito dalle sonorità nordiche non dovrà lasciarsi scappare gli appuntamenti con il giornalista musicale Maurizio Principato, che in questa edizione si concentra sulla musica finlandese (sabato 4 febbraio e domenica 5 febbraio ore 14.30).


-----------


Corsi di lingua
Poichè non è naturalmente possibile imparare una lingua in un weekend, tanto meno una di quelle nordiche che suonano così ostiche a noi mediterranei, le lezioni puntano decisamente sull’ironia e sul divertimento. Si giocherà a esempio su “Dell’essere finlandese e altre catastrofi” (domenica 5 ore 14). Tra le novità di quest’anno le attività per i bambini: grazie alla collaborazione con la casa editrice specializzata Babalibri ci saranno momenti anche per loro (sabato 4 febbraio ore 11).
Per il programma completo: www.iboreali.it
Ma attenzione: se non siete a Milano ma volete immergervi nella cultura nordica, sappiate che I Boreali sarà un festival itinerante: prossime tappe Genova (a marzo), Trento e Rovereto a maggio e Venezia a giugno.

RIASSUMENDO

I Boreali
Dal 2 al 5 febbraio
Teatro Franco Parenti via Pier Lombardo 14, Milano
Prezzi da 3,5 euro a 7 euro I Boreali Party: 10 euro Nordic Brunch: 20 euro bevande escluse

Nessun commento:

Posta un commento