3/14/2016

@Golosaria in Monferrato: bellezza, cose buone e corretto stile di vita 16 e 17 Aprile Monferrato

golosaria 2016 monferrato

Golosaria tra i Castelli del Monferrato:

gusto, territorio & vini protagonisti tra le colline patrimonio dell'umanita'

Sabato 16 e domenica 17 aprile Golosaria in Monferrato festeggia il decennale con un palinsesto che celebra la bellezza, le cose buone e il corretto stile di vita

Salame nobile di Brignano, salumi d'oca, agnolotti del plin, battuta di Fassone e formaggi d'alpeggio, ma anche risi, cioccolati, torroni e sfiziosità dolci fino alle acciughe lavorate nella Val Maira. Sono solo alcuni dei prodotti d'eccellenza che si potranno conoscere a Golosaria in Monferrato, la rassegna di cultura e gusto ideata dai giornalisti Paolo Massobrio e Marco Gatti che quest'anno celebrerà la sua decima edizione in Monferrato sabato 16 e domenica 17 aprile, coinvolgendo più di 20 comuni tra le province di Alessandria e Asti.
Ma anche il vino in questa edizione avrà uno spazio straordinario: nel Castello di Uviglie a Rosignano Monferrato arriveranno i migliori piccoli vigneron della Champagne con i loro prodotti accanto alle più curiose bollicine italiane e ad una selezione altissima di un vino simbolo del Monferrato, la Barbera, per il connubio Barbera & Champagne.
Cuore pulsante della kermesse sarà il castello di Casale Monferrato, che si presenterà al pubblico nella sua veste rinnovata dopo il completamento del restauro, ospitando nelle splendide sale e i nuovi bastioni gli stand dei magnifici produttori de ilGolosario2016 di Paolo Massobrio, ma anche le birre artigianali e le Cucine di Strada, che nella corte esterna del castello faranno assaggiare al pubblico i loro cibi pret-à-manger. Quindi l'Enoteca Regionale del Monferrato, che proporrà degustazioni di vini locali e che, in collaborazione con StupujTime!, sabato regalerà ai visitatori una serata unica d'incontro e degustazione con i migliori produttori vinicoli del territorio, mentre per tutto il weekend anche il centro storico aprirà le sue porte per visite ai principali monumenti della città.

Ma anche la cultura sarà protagonista; ad Alessandria, con la mostra “Alessandria delle Biciclette”, ospitata nelle sale di Palazzo Monferrato e organizzata dalla Camera di Commercio e dal Comune di Alessandria, e ad Asti, il cui centro storico metterà in mostra per tutto il weekend numerosi punti di interesse artistico, partendo dalle visite ai palazzi medievali e passando per le maestose sale di Palazzo Mazzetti, sede dell’esposizione “Ricordi Futuri”, che metterà in luce l'idea della memoria e del ricordo che lega ogni uomo alle proprie origini, e di Palazzo Gazelli, aperto per tutto il weekend per visite guidate.
Spazio quindi ai castelli con le loro rievocazioni storiche: Camino, Castell’Alfero, Gabiano e Giarole, e da quest'anno anche Piovera, che per il primo anno aprirà le sue sale anche in occasione di Golosaria. Quindi Piea, con il suo ”giardino all’italiana”, la mostra di abiti d’epoca e il raduno equeste in programma domenica.

Borghi aperti e momenti di festa a Fubine, che aprirà i suoi infernot per visite e momenti culturali, Lu Monferrato, che celebrerà Golosaria con degustazioni di piatti realizzati alla maniera della nonna sulle stufe a legna e Montiglio, con la kermesse gastronomica Golos'Expo mentre i momenti clou della rassegna saranno a Vignale Monferrato, che aprirà eccezionalmente al pubblico le sale e i giardini completamente ristrutturati di Palazzo Callori e che domenica (ore 11.00) consegnerà insieme a Paolo Massobrio il premio all' Amica e all' Amico del Grignolino. Orgoglio di Golosaria sarà poi Grazzano Badoglio, che sabato aprirà le porte del chiostro dell'Abbazia e di Casa Badoglio, mentre domenica, come ormai da tradizione, accoglierà la grande cerimonia di chiusura di Golosaria, con il taglio della mitica torta di Aleramo, nel chiostro del monastero medievale restaurato in questi dieci anni.
Spazio quindi alle ville e alle cascine, specchio della vitalità e del savoir vivre tipicamente monferrini; da Cascina Cerola (Altavilla Monferrato), che per due giorni legherà Golosaria all'universo del Giappone con mostre, piatti della cucina nipponica da assaggiare anche sotto i ciliegi. Ma qui spazio anche al wellness, con i nuovi percorsi tracciati dalla scuola Nordic Walking Alessandria. Quindi l'azienda agricola Monfrin (Moncalvo), che aprirà ai visitatori le porte della stalla dei buoi facendo conoscere i prodotti delle aziende locali, ma anche per l'azienda agricola Ferraro (Montemagno), che inaugurerà la cantina storica, e la Tenuta Montemagno, che ospiterà i banchi di produttori e artigiani locali offrendo la possibilità di effettuare visite guidate alle cantine e ai vigneti con degustazioni di piatti tipici e vini della tenuta. Senza dimendicare Villa Gropella (Valenza), che farà conoscere e visitare il suo grande parco di 4 ettari.

Ma il leit motiv di Golosaria, incentrato sul corretto stile di vita, sarà colto anche attraverso una serie di iniziative organizzate in occasione della Settimana del Romanico Astigiano e rivolte agli appassionati delle attività all'aria aperta; sabato con “Le Colline del Romanico”, il percorso di 14 km che partendo da Castelnuovo Don Bosco toccherà alcune tra le pievi più suggestive del Basso Monferrato, e domenica con il Sentiero del Malvasia, dalla chiesa romanica di Sant’Eusebio (Castelnuovo Don Bosco) all’abbazia di Vezzolano (Albugnano). Inoltre, in collaborazione con l'Associazione Officine Turistiche di Milano, sono stati elaborati diversi itinerari con degustazione, sia a piedi sia in bicicletta. Per consultarli: http://www.officineturistiche.it/tag/golosaria/.

Per maggiori informazioni sul programma e su tutte le iniziative di Golosaria in Monferrato visita il sito Golosaria.it e scarica su Apple store la App ilGolosario Monferrato, con oltre 1300 segnalazioni tra ristoranti, trattorie, agriturismi, cantine, negozi, produttori, strutture ricettive e monumenti.

Nessun commento:

Posta un commento