12/10/2014

Food. La scienza dai semi al piatto dal 20 novembre 2014 al 28 giugno 2015 Milano

Food. La scienza dai semi al piatto Dal 20 novembre 2014 al 28 giugno 2015 Milano

Food. La scienza dai semi al piatto

Dal 20 novembre 2014 al 28 giugno 2015

Milano

È uno degli appuntamenti di avvicinamento all’Expo per accendere i riflettori sull’universo dell’alimentazione, delineato però sotto il suo profilo tecnico e tecnologico. Nell’esposizione che inaugura il 20 novembre non mancheranno i momenti ludici e gli spazi interattivi, per coinvolgere un pubblico eterogeneo nel racconto dell’evoluzione del cibo, portarlo a scoprire il percorso naturale dal seme al prodotto finale, ma anche una storia fatta di scambi commerciali, modifiche genetiche e contaminazioni culturali. Non solo una nuova sezione permanente, intitolata a Scienza e Tecnologia dell’Alimentazione, all’interno del Museo della Scienza e della Tecnica Leonardo da Vinci, ma anche un’esposizione che, pur mantenendo l’alto profilo scientifico, svilupperà un percorso interattivo per raccontare il cibo da una diversa prospettiva. La Milano dei musei si prepara così all’appuntamento con l’Expo 2015, fornendo solide basi al fil rouge dell’Esposizione Universale: Nutrire il Pianeta.
Mentre l’apertura della nuova area - seicento metri quadri in tutto - all’interno del Leonardo da Vinci è prevista per il primo quadrimestre del 2015, la mostra Food. La scienza dai semi al piatto inaugura già alla fine del mese (dal 20 novembre 2014 al 28 giugno 2015) all’interno del Museo di Storia Naturale. La nutrizione sarà l’asse portante del percorso espositivo, che farà largo uso della narrazione multisensoriale per coinvolgere un pubblico di adulti e bambini attraverso un linguaggio semplice e approfondimenti ludici.
Scienza, natura, cultura e tradizioni che si intrecciano in un’unica storia, quella che ha origine dal seme e si sviluppa nel tempo e nello spazio per arrivare al prodotto finale e infine sulla tavola; un racconto articolato che offrirà il pretesto per parlare di scambi commerciali, migrazioni, modifiche genetiche naturalmente avvenute nei secoli e altri cambiamenti indotti dall’uomo, come la curiosa storia delle carote, in origine viola, nel Seicento letteralmente “trasformate” per assumere un colore arancione in omaggio alla famiglia regnante degli Orange.
Ma si traccerà anche il viaggio dei “nuovi” alimenti, quelli approdati sulle coste europee a cavallo tra il XV e il XVI nello stupore generale e ormai parte della nostra alimentazione quotidiana, e delle contaminazioni tra tradizioni culinarie accentuate dal processo di globalizzazione. Poi ci sarà l’approfondimento sensoriale: come reagiscono i sensi alle diverse componenti chimiche degli alimenti? Vista e udito possono influenzare la percezione del sapore?
E ancora un omaggio alla “scienza in cucina” di Pellegrino Artusi, che mosso da intento enciclopedico cercò di tracciare le linee della gastronomia italiana anche attraverso la catalogazione delle basi tecniche da padroneggiare in cucina; ecco, anche l’evoluzione delle tecniche di cucina e l’importanza dell’innovazione tecnologica nel settore dell’alimentazione saranno al centro della mostra. E i più appassionati sapranno carpire qualche trucco “scientifico” da utilizzare nella cucina di casa.

Food. La scienza dai semi al piatto | Museo di Storia Naturale, Milano | Dal 20 novembre 2014 al 28 giugno 2015 | Informazioni e prenotazioni Tel. 0254915

Nessun commento:

Posta un commento