domenica 1 gennaio 2017

Trìpa de San Bàsian 19-20-21-22 gennaio Pizzighettone (CR)

Trìpa de San Bàsian

19-20-21-22 gennaio

 Pizzighettone (CR)

In occasione della Sagra Patronale di San Bassiano, anche quest’anno il Lions club di “Pizzighettone Città Murata” organizza la 9. edizione della Trìpa de San Bàsian.

La festa in cui si potranno gustare, oltre alla trippa, altre specialità locali (salumi nostrani, polenta e gorgonzola, formaggi accompagnati da degustazione di varietà di miele, dolci, ecc.) si svolge nell’incantevole cerchia muraria medievale di Pizzighettone, le c.d. “Casematte”. Un’occasione unica per riscoprire ed assaggiare antichi sapori comodamente seduti al caldo dei camini in un contesto storico mozzafiato.Il piatto della tradizione, la trippa, può essere consumato anche a casa propria, in quanto sussiste la possibilità di asporto.In contemporanea alla Trìpa de San Bàsian si svolgerà il mercatino enogastronomico “Buongusto edizione d’inverno”, ovvero un viaggio all’interno dei gusti e dei sapori del Bel Paese alla scoperte delle eccellenze locali e delle produzioni tipiche lombarde e regionali italiane.Presso l'Ufficio Turistico di piazza D'Armi disponibilità di pubblicazioni, brochure, materiale informativo sulla città murata e le sue manifestazioni, info e prenotazioni visite guidate.Per gli amici camperisti disponibilità di aree di sosta dedicate e di camper service gratuito.Per gli amanti del verde e delle due ruote possibilità di percorsi ciclabili tra storia, natura e fiumePer chi arriva in treno il riferimento è la ' Stazione di Ponte Adda ' (e non la Stazione di Pizzighettone, al di là dell'Adda, in borgata Gera, e più distante dalla zona della manifestazione).
Storia de “La Tripa de san Basian”San Bassiano non è solo patrono di Lodi, ma anche di Pizzighettone (Cremona).

Trìpa de San Bàsian 19-20-21-22 gennaio  Pizzighettone (CR) 2017
Lontane radici comuni affondano negli albori del cristianesimo lombardo, ma riaffiorano ai tempi del Barbarossa, nel cammino di una disperata colonna di lodigiani scampati alla distruzione della loro città che, seguendo la strada lungo la sponda dell' Adda, trovarono rifugio nella borgata di Pizzighettone e qui si fermarono, mantenendo per secoli il legame con la loro diocesi.Non solo il ricordo del santo patrono, ma tanti aspetti legano a Pizzighettone a Lodi: la familiarità col fiume, sia nelle pigre giornate estive, sia nelle improvvise e tremende ondate di piena; la tonalità del dialetto, che a Pizzighettone, unico tra i dialetti cremonesi, assume colori e termini lodigiani; le tradizioni alimentari, che si riscoprono nelle più comuni ricette della tradizione.
Ecco dunque spiegata l’origine della trippa, che a Pizzighettone come a Lodi si cucina in occasione della sagra di San Bassiano, ma che dal 2009 si può anche gustare stando comodamente seduti nelle casematte delle mura, riscaldate dai grandi camini d'epoca spagnola.
Il Lions Club Pizzighettone Città Murata ha infatti riscoperto questa tradizione che si era perduta, trasformandola in un'occasione di incontro e di solidarietà, perché i fondi raccolti sono istituzionalmente impiegati in aiuti concreti in risposta a esigenze del territorio.Visita il nostro sito:
www.lionspizzighettone.it.

Lions club ”Pizzighettone Città Murata” “la filastrocca della trippa di San Bassiano”
Se n’è andata Epifania,
Carnevale è ancor lontano,
ma se cerchi l'allegria c'è pur sempre San Bassiano!
Nelle casematte antiche ritrovarsi è un gran piacere:
qui s’affogan le fatichenella trippa e nel bicchiere.
A Pizzighettone poi non ci siamo solo noi;
c’è una favola che durafin da che ci stan le mura:
"Puoi sperare nella luna, puoi tentare a carte o a lippa, ma tu non avrai fortuna se non mangerai la trippa
(Pierantonio Ventura)

Nessun commento:

Posta un commento