6/06/2016

@Art2night_BG 2016, notte bianca dell'arte e cena a lume di candela 9 luglio Bergamo

Art2night 2016,

Una cena eclettica e solidale a palazzo

9 luglio
Bergamo

Il nuovissimo polo d’arte e creatività di Bergamo, 255 Raw Gallery, la Galleria digitale inaugurata recentemente a palazzo Zanchi, nella vivace via Torquato Tasso, partecipa in collaborazione con la Fondazione Credito Bergamasco alla terza edizione di Art2Night 2016, la notte bianca dell’arte, in programma sabato 9 luglio dalle 18 alle 24.

Una serata speciale che richiama ogni anno in città, in una notte d’estate, migliaia di persone, pronte a lasciarsi cullare dall’abbraccio armonioso ed emozionante delle bellezze artistiche made in Bergamo. Tra le tante iniziative,255 Raw Gallery propone RI.LUMEN: una serata per rivivere quattro delle più importanti opere tratte dalla mostra «Baschenis Ritorno a Palazzo», l’esposizione che in occasione del decennale delle attività espositive della Fondazione Credito Bergamasco, ha portato a Palazzo Creberg dal 6 al 27 maggio scorsi, le pitture di Evaristo Baschenis, protagonista assoluto del panorama pittorico del Seicento.

Una straordinaria selezione di opere che ora “RI”-vivono illuminate dal nuovo tocco digital degli artisti di 255 Raw Gallery. Nel rispetto assoluto dell’opera originale, gli artisti faranno un’incursione nei dipinti giocando con nuove luci e profondità di campo per donare linfa alle opere del Baschenis, delicatamente, solo per una notte.

Creativa fin dal nome, la serata «RI.LUMEN » per Art2night 2016, fa appello all’energia della luce con il «Lumen», l’unità di misura del flusso luminoso calcolato sulla base della luce della candela che ha in sé anche il significato di vita, dare alla luce. E la strepitosa “RI”, ricca di rimandi e significati dall’alto profilo culturale. “RI” come “RItorno a Palazzo”, la mostra da cui prende ispirazione il percorso da Palazzo Creberg a palazzo Zanchi, in via Tasso 49, in cui ha sede l’eclettica galleria 255, “RI” come “RIdiamo luce” a Evaristo Baschenis, uno dei più insigni pittori bergamaschi del ‘600 , “RI” come “RI-luce” della proiezione, che fa risplendere le opere. Ma anche “RI” come “Ri-pensamento” delle opere di Baschenis che non vengono modificate nell’originale, ma duplicate, conferendo loro un significato inedito.

Le quattro opere in mostra, infatti, saranno “RI”-visitate con l’ausilio di animazioni digitali che, grazie al partner tecnico Ricoh Italia, le renderanno uniche per gli occhi e per i cuori che le osserveranno. Per l’occasione, sarà esposta in Galleria, in qualità di “special guest”, un’opera originale di Evaristo Baschenis.
Il tutto con con un tocco d’eccezione: una cena a lume di candela a cura di Taste - A School Restaurant Experience. Il ristorante didattico nato in seno all’Istituto alberghiero iSchool per la serata proporrà un menu eclettico e accattivante composto da: Aperitivo dello chef, Capesante arrostite all paprika, con salse Raw e grissini croccanti, in omaggio alla straordinaria creatività della Raw Gallery; Timballino di riso allo zola con quaglie, pesche caramellate e gelato Bellavista, piatto ispirato alle eleganti pennellate delle nature morte di Baschenis e, per concludere, Bianche dolci delizie e White Lady, gustoso finale ispirato alla straordinaria iniziativa della notte bianca dell’arte, cornice di una serata indimenticabile che, grazie a Jacopo Ogliari al violino e Pietro Aurelio Pizzuto al violoncello, farà rivivere la frizzantezza barocca di Antonio Vivaldi e, passando per il compositore tardo romantico Reinhold Glièresi, accompagnerà fino al XXI secolo con le “Drei Inventionem” di Hendrik Andriessen.

Bergamo, dunque, è pronta a illuminarsi con il magico tocco dell’arte in tutte le sue espressioni, scoprendo o ri-scoprendo le eccellenze del suo territorio, figlie del genio artistico di ieri, di oggi e di domani.

Per informazioni sulla cena, dal costo di 50 euro e solo su prenotazione, rivolgersi a Raw Gallery: Tel 035.217440-335.8328217 - raw@255.gallery - www.255.gallery.

I proventi della serata andranno a sostegno dei lavori di ristrutturazione della Casa del Sole, dedicata all’accoglienza di ammalati e/o familiari di ammalati, in cura presso la l'Ospedale Papa Giovanni XXIII, fortemente colpita dalle piogge di giugno. La Fondazione Credito Bergamasco ha già messo a disposizione 10.000 euro sperando di dare il via al senso di generosità e solidarietà che da sempre contraddistingue i bergamaschi.

Nessun commento:

Posta un commento