lunedì 29 febbraio 2016

“AgruMi – Un mondo di agrumi” un viaggiotra profumi e sapori 2 e 3 Aprile Milano

“AgruMi – Un mondo di agrumi”: un viaggio tra i profumi e i sapori di uno dei frutti simbolo della tradizione agricola mediterranea, con il Fondo Ambiente Italiano presso la Villa Necchi di Milano 

Il FAI è lieto di presentare la 5^ edizione di AgruMi – Un mondo di agrumi: un viaggio tra i profumi e i sapori di uno dei frutti simbolo della tradizione agricola mediterranea.

Presso la Villa Necchi Campiglio di via Mozart 14 a Milano, Sabato 2 e Domenica 3 Aprile si possono scoprire le varietà, la storia, le caratteristiche nutrizionali, le proprietà terapeutiche, gli usi in cucina e molto altro sugli agrumi, con la consulenza scientifica di Giuseppe Barbera, docente di Colture Arboree all’Università di Palermo.
Presente anche una bellissima mostra e un mercato con piante e frutti dalla Sicilia, mieli, oli agrumati, bibite, liquori e dolci agli agrumi e marmellate di arance del Giardino della Kolymbetra ( bene FAI nella Valle dei Templi di Agrigento ).
Approfondimenti con esperti del settore che parleranno di come conciliare gli aspetti produttivi degli agrumi con quelli della qualità e della sicurezza, quali usi alternativi siano possibili (nuove tecniche di lavorazione e rivoluzionari utilizzi in campo industriale, come la creazione di tessuti con bucce d’arancia) e come questi temi siano strettamente legati alla difesa del paesaggio e alla sicurezza ambientale.
Per i più piccoli saranno organizzati divertenti laboratori creativi, e per chi lo desidera si potrà gustare un menù a tema presso la Caffetteria della villa.

Tra gli eventi delle giornate segnaliamo:

La Grande Festa del Cioccolato Artigianale il 2 e 3 aprile a Vaprio d'Adda (MI)

La Grande Festa del Cioccolato Artigianale

2 e 3 aprile

Vaprio d'Adda (MI)

Sabato 2 e domenica 3 aprile a Vaprio d'Adda si terrà Chocomoments, la festa del cioccolato artigianale.
Ad aspettarvi un ricco e prelibato assortimento di tavolette al latte, fondenti e aromatizzate, liquori al cioccolato, deliziose praline, abbinamenti primaverili e colorati di frutta e cacao ed elaborate creazioni dei maîtres chocolatiers.
La manifestazione, organizzata dalla Pro Loco di Vaprio e dal Comitato Vaprio Sud in collaborazione con Chocomoments e con il patrocinio del Comune di Vaprio d’Adda, prevede un'ampia mostra mercato con numerosi stand provenienti da tutt'Italia, ma anche cooking show, laboratori per bambini e lezioni per adulti.
Presso la Fabbrica del Cioccolato inoltre, sarà possibile osservare le diverse fasi di produzione con il percorso Choco Word Educational e scoprire come nasce il cioccolato. Saranno contemplate anche degustazioni.
Ecco alcune delle attività in programma: sabato alle 18 cooking show Come nasce una pralina; domenica alle 15 dimostrazione di Come nasce una sacher a cura del maestro cioccolatiere Giancarlo Maestrone; entrambi i giorni dalle 15:30 alle 17:30 spazio Baby Ciok dalle 15.30 alle 17.30 per realizzare deliziosi cioccolatini con tutte le attrezzature necessarie quali grembiuli, cappellini, guanti e sacc à poche.

Durante la festa ci saranno diversi momenti di animazione per i più piccoli con personaggi dei cartoni animati e verranno allestiti giostre e gonfiabili.

#WorldBeer: street food e birre da tutto il mondo dall' 1 al 3 Aprile Milano

Festival della birra a Milano da 1 a 3 aprile Eventi a Milano WorldBeer: street food e birre da tutto il mondo

dall' 1 al 3 Aprile

Milano

Più di cento tipi di birre da tutto il mondo. Oltre sessanta stand con le prelibatezze di street food più famose e in voga del momento. E la possibilità di gustare e confrontare sapori meno conosciuti.
Sbarca a Milano il “WorldBeer”, la festa della birra italiana e internazionale che farà tappa nella città meneghina da venerdì 1 aprile a domenica 3. La location scelta per l’evento è l’Acquatica Park di via Airaghi, che aprirà le porte dalle 18 alla mezzanotte di venerdì, e da mezzogiorno a mezzanotte di sabato e domenica.
L’ingresso all’evento è gratuito e i visitatori saranno subito accolti da una postazione centrale che proporrà più di sessanta eccellenze provenienti da tutto il mondo, affiancata da quattordici birrifici italiani, ciascuno con le proprie specialità.
Non solo birre però. Perché gli amanti del luppolo potranno godersi le loro “bionde” in compagnia di sapori capaci di andare incontro anche alle esigenze dei palati più curiosi ed esigenti: dalla tigella alle empanadas, dai calamari agli arrosticini, dalla pasticceria siciliana alle specialità salentine, dai piatti messicani a quelli brasiliani, dagli stuzzichini toscani a quelli bergamaschi, dai churros spagnoli alle proposte peruviane, dalla farinata alla focaccia umbra, fino alle american chips.
 



Su facebook

Factory Market 3 aprile Alzano Lombardo (BG)

Factory Market 3 aprile Alzano Lombardo (BG)  2016

Factory Market

3 aprile

Alzano Lombardo (BG) 

Domenica 3 aprile torna Factory Market con la terza edizione dell'anno, sempre all'interno di Spazio FaSE, ex - Cartiere Pigna, un complesso industriale unico edificato a fine '800 ad Alzano Lombardo, a pochi di km da Bergamo.

Come al solito non mancheranno tantissime attività, un sacco di proposte culinarie e ovviamente quello che è il cuore dell'evento: la mostra mercato.

Novità!!!
Un' area dedicata a workshop curati da alcuni degli artisti e designers che partecipano al Factory Market, ospiti speciali, mostre, presentazioni...

Birra di Qualità d’Europa: la capitale è Casteggio (PV) dal 31 marzo al 3 aprile 2016 #BirrArt

Birra di Qualità d’Europa: la capitale è Casteggio
Dal 31 marzo al 3 aprile 2016
La terza edizione di BirrArt Europe a OltrExpo – ex area Truffi Casteggio

La grande qualità della tradizione brassicola europea conquista un posto in prima fila a Casteggio: dal 31 marzo al 3 aprile, c’è BirrArt Europe.
Nata 3 anni fa come proposta internazionale di BirrArt la versione Europe si è guadagnata uno spazio tutto suo: gli amanti della birra, i cultori della bionda - ma anche dell’ambrata e della rossa - trovano in questa manifestazione oltre 150 etichette in degustazione, rarità e chicche riunite per l’occasione nel Polo Fieristico OltreExpo.
Si assaggiano le produzioni dei monaci birrai del Belgio, si gira tra le ale inglesi e le pils ceche, si incontrano insolite coppie italo tedesche - come Trubes Bier realtà made in Italy con mastro birraio bavarese - le popolari lager e le tradizionali stout e le craft americane: un tour de bier che comincia e finisce a Casteggio ancora una volta capitale europea della Birra, di nuovo al centro dell’Europa.
BirrArt Europe, insieme a BirrArt, quest’anno all’ottava edizione, e BeerFood (5 candeline spente) costituiscono insieme una delle esperienze più significative dedicate alla birra di qualità, sempre artigianale dell’Italia settentrionale. Eventi che negli anni hanno attirato migliaia di visitatori – 39.000 tra le manifestazioni a Casteggio e Pavia – perché hanno stimolato consenso e considerazione di estimatori ed autorità, grazie alla loro capacità unica di unire e mixare l’aspetto fieristico e di tempo libero con la cultura gastronomica, la tradizione locale, l’imprenditoria, la salute, la sicurezza.

Peperoncino Street Food Festival dall' 1 al 3 Aprile Milano

Peperoncino Street Food Festival

dall' 1 al 3 Aprile

Milano

un evento a ingresso libero per gustare le delizie del sud con buon vino e musiche tipiche

Tre giorni dedicati al Sud, alle sue delizie, cibi, vino, musica e canzoni tipiche per il Peperoncino Street Food Festival. Al Parco Nord di Milano ( ingresso da viale Enrico Fermi 98 ) un evento a ingresso libero dove saranno presenti i migliori streed food trucks del Sud Italia.

Scoprire le specialità dello Stivale non è mai stato così divertente con il Peperoncino Street Food Festival : concerti di musica popolare, cibo da strada, mercatini multietnici dove trovare un’infinita varietà e un DJ Set per la serata con Reggae/Balkan/Ska Original, Dj Bless (Reggae Balkan Folk Ska) + PRINCE RULA

Servizio Bar: vino del sud, sangrie, liquiori artigianali, birre, cocktail, puccia , arancini, parmigiane, pittule, friselle, focaccia, gelati del sud, cannoli siciliani, pane cunzato, pizza napoletana, frittura di pesce, pistacchio e tanto tanto altro!

Programma del Peperoncino Street Food Festival a Milano

La Paciada, il "Gusto" di passeggiare a Cassano d'Adda il 3 Aprile

7a passeggiata turistico-gastronomica

La Paciada

3 Aprile

Cassano d'Adda (MI)

Camminando… Gustando… alla scoperta delle leggende di Cassano

Programma:
ore 9.30 - Ritrovo presso il Centro Commerciale L'Agorà - davanti a McDonald's di Cassano d'Adda;

Accoglienza e partenza dei gruppi (8 gruppi di cui i primi 7 di 65 persone e l'ultimo di 45 persone) ogni 20 minuti a partire dalle ore 10,00. McDonald's offrirà a tutti i partecipanti caffè e brioche. Tutti i partecipanti devono presentarsi mezz'ora prima della propria partenza per poter usufruire dell'omaggio e permettere lo svolgimento di tutte le operazioni logistiche. 

Le Tappe e il menù del Percorso!

Vinitaste degustazione "Open" di oltre 50 vini di piccole cantine 2 e 3 Aprile Milano

Vinitaste

2 e 3 Aprile

Milano

Vinitaste è una degustazione "Open" di oltre 50 vini di piccole cantine da tutta Italia, con piccoli assaggi di gastronomia artigiana, organizzata dall'enoteca on-line Vinity.it E' un evento di degustazione sicuramente originale e diverso dal solito in quanto propone una selezione ristretta di produttori, variabile ad ogni edizione, una dimensione più intima rispetto ad una grande fiera, ma che propone etichette introvabili e di rara qualità. Possibilità di acquistare direttamente le bottiglie dei vini degustati e i prodotti gastronomici.

Le Giornate del Gusto e La Sfida del Salame 2 e 3 Aprile Monte Isola (BS)

Le Giornate del Gusto e La Sfida del Salame

2 e 3 Aprile

Monte Isola (BS)

Il 2 e il 3 Aprile a Monte Isola si inagura la Primavera con la seconda edizione della Rassegna "Le Giornate del Gusto"
Nell'ambito della manifestazione la “sfida del salame”, organizzata dall’Amministrazione Comunale di Monte Isola, con la finalità principale di promuovere le eccellenze e le tradizioni del territorio ed in particolare quelle gastronomiche, come il SALAME MONTISOLANO.

La manifestazione prevede vari eventi, tra cui il Convegno di apertura dal tema “Isole minori: nuove opportunità di sviluppo per monte isola", che verterà sulle strategie di promozione dell'economia locale e sarà tenuto nella Sala convegni dell'Ufficio Turistico di Monte Isola.

Dalle ore 12.00 di sabato fino al termine della manifestazione sarà operativo uno stand gastronomico di degustazione e vendita di prodotti tipici montisolani della Franciacorta e della Vallecamonica.
La gara per designare il miglior salame di Monte Isola si terrà sabato 2 Aprile con inizio alle ore 14.00 in Località Cure.
La proclamazione del vincitore e la reativa premiazione avverrà la sera stessa, con inizio alle ore 18.00. Potranno partecipare tutti i produttori di salame suino residente a Monte Isola i cui prodotti siano lavorati sul territorio Monteisolano e di produzione famigliare.
Per produzione famigliare si intendono i salumi " fatti in casa, secondo tecniche, usi e consuetudini tradizionali della propria zona di appartenenza culturale".

Altre iniziative collaterali previste la domenica:
Finale della Gara di Briscola, Santa Messa, Rappresentazione della Compagnia Teatrale Amici di San Rocco, Mostra fotografica e Mostra attrezzi Agricoli, Dimostrazione di come viene prodotto il "Salame di Monte Isola" con la tipica lavorazione a mano.

Numerosi locali e strutture alberghiere proporranno menù tipici e degustazioni a prezzi dichiarati.
Durante la giornata di Domenica sarà presente un servizio Bus navetta da Peschiera a Cure.

Per maggiori informazioni http://www.monteisola.gov.it/pages/News/News.asp?Id=240673

La Val Nure "sbarca" in Lombardia il 4 Aprile Ripalta Guerina (CR)

ArchichefNight: cinque architetti chef per una sera 6 Aprile Milano @TOWANTevents

ArchichefNight 2016

ArchichefNight

Cinque architetti chef per una sera

6 Aprile

Milano

Il 6 aprile riparte da Milano l’edizione 2016 di ArchichefNight, la cena evento che porta dietro ai fornelli cinque studi di architettura milanesi. Ospita la serata The Stage, al piano superiore dello store Replay in Piazza Gae Aulenti.
In questa occasione gli architetti si cimentano in cucina con l’aiuto e il coordinamento degli Chef del ristorante, Angelo Mancuso e Giovanni Filomeno. La creatività e l’estro culinario incrociano così con la progettazione architettonica.

ArchichefNight 2016 2Ogni architetto è chiamato a selezionare la propria ricetta preferita o quella in grado di descrivere al meglio i tratti salienti del suo studio. Si occupa inoltre di scegliere i singoli ingredienti e di ideare l’impiattamento finale. Al termine della preparazione, ha il compito di raccontare agli ospiti in sala il piatto scelto e la sua preparazione.
Gli studi coinvolti in questa prima tappa milanese sono cinque Alberto Gigli Architetto, Dinn!, Gruppo C14, Peter Pichler Architecture, Progetto CMR.
 Partner dell’iniziativa sono importanti aziende di design quali Agape, Ceramica Sant'Agostino, Dornbracht, Essequattro-Nero3, Kaldewei, Moroso, Panzeri, Sedus. Infine i media partner sono due: Elle Decor e Architonic, portale web internazionale.
Dopo Milano l’edizione 2016 di Archichef Night avrà luogo a Roma a maggio, a Palermo ad ottobre e infine, a dicembre, a Bolzano.

ArchichefNight 2016 3
Archichef Night è un'idea di TOWANT, agenzia dedicata all'organizzazione di eventi di architettura in Italia e all'estero, che collabora con alcuni dei più importanti brand del design italiano e internazionale. Oltre a ArchichefNight, tra gli eventi organizzati in questi anni vi sono la DesignLeague, torneo di calcio balilla del design italiano che, in occasione del Salone del Mobile, ha luogo presso Casa Milan; Beachdesign, il primo torneo di biglie da spiaggia dell'architettura italiana e DJ Arch, i parties negli showroom del design dove il dj è l'architetto.

A Château Monfort il Sunday Brunch esplora Venezia che guarda il Perù 3 Aprile Milano @ChateauMonfort

A Château Monfort il Sunday Brunch esplora Venezia che guarda il Perù 2016

A Château Monfort il Sunday Brunch esplora Venezia che guarda il Perù


Domenica 3 aprile continua il ciclo di appuntamenti domenicali a tema
proposti dal Ristorante Rubacuori by Venissa

A Château Monfort , boutique hotel milanese del gruppo Planetaria Hotels ispirato al mondo delle fiabe e unica destinazione hotellerie a Milano inserita nella Guida Relais&Châteaux, appuntamento domenica 3 aprile con il Sunday Brunch dedicato alla cucina veneziana che incontra le specialità dell’America Latina con “Venezia che guarda il Perù”.
A partire dalle ore 12.30 nell’incantevole atmosfera del Ristorante Rubacuori by Venissa gli ospiti saranno coinvolti in un viaggio alla scoperta dei sapori della tradizione veneta che si contrappongono a quelli della cucina Nikkei del Perù, dal saor al ceviche con un percorso tra le marinature di pesce di mare e di lago. Gli ospiti potranno degustare diverse portate firmate dallo Chef Andrea Asoli come: sarde saor contemporanee, ceviche di ricciola con spuma di guanabana, “la causa” patate tonno e avocado, pollo a la brasa, tiradito di pesci di lago di como, patata ripiena, baccalà mantecato con mais tostato, capasanta frutto della passione polenta fredda, estofado de carne con riso bianco, sandwich di calamaro in tempura con peperoni verdi dolci, insalata di riso tra “Venezia e Lima”, conserva di molluschi ai profumi della laguna, giardino di verdure cotte e crude e non mancherà il buffet di dolci e frutta di stagione.
Oltre alle proposte a buffet -su richiesta- si potrà degustare il risotto capasanta con il suo corallo e nero di seppia e il nasello cotto in acqua di mare e guava.
Gli appuntamenti domenicali con il brunch proseguiranno con altri temi: i colori e i profumi del riso, W la pasta, “è nato prima l’uovo o la gallina?”, asparago e dintorni, del mangiar Veneziano e molti altri.

lunedì 22 febbraio 2016

SV Tasting Lab: Vin Santo Da Meditazione 30 marzo Bergamo


SV TASTING LABSV TASTING LAB: VIN SANTO DA MEDITAZIONE

30 marzo 2016

Bergamo

Il lungo e misterioso processo produttivo, l’opulenza del profilo organolettico e la profondità del racconto proposto ai sensi dell’assaggiatore sono solo alcune delle particolarità che fanno del Vin Santo una delle più affascinanti eccellenze del panorama vitivinicolo italiano.
A questa originale declinazione del “bere dolce” il Seminario Permanente Luigi Veronelli dedica “Vin Santo da meditazione”, secondo appuntamento del ciclo SV Tasting Lab, previsto alle ore 21 di mercoledì 30 marzo presso la sede dell’Associazione in viale delle Mura 1 a Bergamo.
Se la Toscana è la regione che ne registra la più ampia produzione, la tradizione dei vini da uve appassite, lungamente affinati in caratelli, è presente anche in altre aree dell’Italia Centro-Settentrionale. Gli otto campioni selezionati per questa rara degustazione comparata provengono, infatti, non solo dalle colline di Pisa e di Prato, ma anche dal Trentino, dal Veneto, dall’Emilia, dalle Marche e dall’Umbria. Un segmento del vino italiano che ogni anno porta suoi rappresentanti ai vertici delle classifiche delle maggiori guide di settore ma che – complice la larghissima diffusione di prodotti industriali mediocri – tra gli appassionati è meno noto di quanto meriterebbe.
SV TASTING LAB«Si tratta di una produzione che spesso è seguita personalmente dai vignaioli, come un vero e proprio “patrimonio di famiglia”. Nulla è delegato all’enologo o al consulente: ciascun passaggio viene gestito con la massima cura dal titolare grazie a un “saper fare” fondato su consuetudini, pratiche e strumenti tramandati di generazione in generazione. Un processo produttivo che comprende momenti di assoluta magia, primo fra tutti l’emozionante apertura dei caratelli e l’assaggio dei vini, botte per botte, dopo lunghi anni di affinamento» – ha anticipato Andrea Bonini che condurrà la degustazione con Andrea Alpi, responsabile della didattica e della formazione.
«Un passito sui generis che ha molto da dire già nell’origine del nome: “Vin Santo” potrebbe, infatti, derivare dall’affermazione del cardinale Bessarione che, assaggiandolo al Concilio di Firenze del 1430, pare abbia esclamato “Xantos!” – biondo, in greco – per definirne lo splendido colore. O forse dalla millenaria fama del vino di Xantos, città della Licia nella quale i pellegrini diretti in Terra Santa apprezzavano un grande vino passito. Tuttavia l’ipotesi più accreditata è quella che lega il nome del vino alla Settimana Santa, periodo in cui, tradizionalmente, le uve appassite vengono pressate e le botticelle accolgono i mosti» – ha chiarito Andrea Alpi.
In ogni caso un vino per pensare o, meglio, da meditazione, secondo l’espressione coniata da Luigi Veronelli per definire quei vini che, esprimendo in una sorta di assolo tutta la loro avvolgente complessità, non necessitano di alcun accompagnamento gastronomico.

domenica 21 febbraio 2016

Sorgentedelvino LIVE 2016 Vini naturali, territorio e tradizione dal 20 al 22 Febbraio Piacenza @sorgentevino

Sorgentedelvino LIVE 2016Sorgentedelvino LIVE 2016

Vini naturali, territorio e tradizione

Dal 20 al 22, a Piacenza Expo, l’8a edizione del salone dei vini naturali, di territorio e tradizione

Da sabato 20 a lunedì 22 febbraio 2016, i vignaioli naturali italiani ed alcuni colleghi europei si danno appuntamento a Piacenza per l’8a edizione di Sorgentedelvino LIVE – vini naturali, territorio e tradizione. Saranno presenti con i propri vini per farli conoscere, raccontarli e, naturalmente, per farli assaggiare agli amanti del vino vero e dei sapori autentici.
Dopo la grande partecipazione alle scorse edizioni – 4.000 visitatori solo l’anno scorso -, per questa ottava edizione Sorgentedelvino LIVE sceglie la vita: una vita equilibrata tra specie vegetali diverse, animali ed insetti, grazie alla biodiversità in vigna; la vita dei tanti piccoli territori italiani ed europei che vivono ancora dell’agricoltura e del rapporto sano con la terra; ma anche la vita dei vini che nascono nella vigna invece che in cantina: vini ricchi di vita che evolvono e cambiano nel tempo regalandoci emozioni sorso dopo sorso.
“Il vino naturale nasce nella vigna” non è solo un modo di dire: bandite la tecnologia e la chimica moderne dalla cantina, i vignaioli naturali fanno nei vigneti la grossa parte del lavoro, scegliendo con cura posizioni vocate e terreni adatti alla viticoltura; piantando varietà adatte al clima e al territorio; aiutando ogni singola pianta a diventare più forte per affondare le radici profondamente nel terreno e resistere alle avversità, senza bisogno di insetticidi, diserbanti, funghicidi e altri prodotti chimici di sintesi. Avremo così vini più sani, più digeribili, più piacevoli da portare in tavola, in una sola parola più buoni.
Accanto a questi vini autentici si possono conoscere i sapori non omologati di produttori alimentari presenti a Sorgentedelvino LIVE con formaggi e salumi, olio e conserve, pasta e dolci realizzati in modo artigianale con una scelta accurata delle materie prime.
Il programma dell’evento è arricchito da degustazioni guidate e altri momenti di approfondimento. In programma anche seminari sulla viticoltura e la vinificazione naturali aperti anche ai non espositori.
Gli orari di apertura degli stand sono: sabato 20 febbraio dalle 14 alle 19, domenica 21 febbraio dalle 10 alle 19 e lunedì 22 febbraio dalle 12 alle 18. Ingresso: 15 euro incluso calice da degustazione e catalogo.
Sorgentedelvino LIVE è pensato e realizzato dall’associazione culturale Echofficine.
Per informazioni: Sorgentedelvino LIVE

lunedì 15 febbraio 2016

Mantova con Gusto il mercato dei prodotti tipici e dell'artigianato di qualità dal 26 al 28 Marzo 2016

Mantova con Gusto

Mercato dei prodotti tipici e dell'artigianato di qualità

dal 26 al 28 Marzo 2016
dalle 10.00 alle 21.00
Piazza Sordello - Mantova (MN)

Si svolgerà dal 26 al 28 marzo 2016 nel "salotto buono" di Mantova la settima edizione di «Mantova con Gusto», il mercato di prodotti tipici e dell'artigianato di qualità allestito in P.zza Sordello organizzato da Confesercenti, Domo servizi e con il patrocinio del Comune di Mantova.
La rassegna, che si aprirà sabato e si concluderà lunedì sera, proporrà ai tanti mantovani l'ebbrezza dei sapori, dei profumi e dei gusti di quasi tutte le regioni presenti con stand che offriranno il meglio dei loro prodotti tipici. Assaggi, stuzzicchini e delizie per i palati più fini. Oltre a degustazioni di ogni genere, all'insegna dei migliori prodotti tipici del nostro Paese. E poi ancora manufatti di pregio, gioielli, articoli di modernariato e curiosità varie da ogni parte d'Italia. "Mantova con Gusto" racchiude il meglio della tradizione gastronomica italiana e dell'abilità dei maestri artigiani. Dai dolcetti di pasta di mandorle alle mele caramellate, dalla burrata di Andria alle olive aromatizzate, passando attraverso i salumi dell'Altoadige ed il rinomato "crudo" di Parma, gli oli essenziali per l'aromaterapia, la preziosa bigiotteria d'epoca e l'oggettistica più ricercata.
Ad aprire le danze, un dolcissimo banco di delizie siciliane con dolcetti di pasta di mandorle e mele caramellate, poi ancora tante tentazioni di gola ad iniziare dalle pugliesi con le burrate di Andria, le olive dolci aromatizzate all'alloro e semi di finocchio, i capperi giganti con il gambo del meraviglioso e magico Salento e i salumi piemontesi di asino e di maiale al barolo.
L'Alto Adige risponderà con i suoi pezzi forti: speck, wurstel, kren, canederli e il tipico pane di segale, mentre la Liguria ha presenterà il profumato pesto al basilico, le sempre appetitose focacce, i testaroli lunigianesi e le trofie. La Sardegna incanterà con la sua bottarga e il pecorino, così come verranno sicuramente apprezzati anche il prosciutto e la mortadella di Prato.
Mantova e la sua tradizione enogastronomica di qualità, fatta di tante storie di piccoli produttori legati al territorio che con gran passione e amore, negli anni si sono distinti in campo nazionale e non solo, avrà un posto speciale. Salami, Grana Padano e Parmigiano Reggiano, prodotti da forno, pasticceria di antica tradizione e tanto altro.
Affascinanti e simili ad una tavolozza, i prodotti dei maestri artigiani: dalla pelle al legno, dall'oreficeria alle candele e saponi; non mancano i prodotti biologici e i tessuti naturali.

Produttori appassionati, specialisti in arti e mestieri di un tempo, giovani talenti creativi.

Caccia alle Uova Pasquali alla Scuderia del Cornello 28 Marzo Cornello dei Tasso (BG)

Caccia alle Uova Pasquali 28 Marzo Cornello dei Tasso (BG) Caccia alle Uova Pasquali

28 Marzo

Cornello dei Tasso (BG)

3^ Caccia alle Uova Pasquali alla Scuderia del Cornello: una giornata tutta dedicata alle famiglie e al divertimento nello splendido borgo Cornello dei Tasso. Il ritrovo è alle 10 in Scuderia.
Dopo il laboratorio manuale di decorazione delle uova (da noi fornite) ci trasferiremo nel borgo dove i bambini, divisi in squadre, potranno partecipare alla vera e propria Caccia Alle Uova Pasquali.
A seguire una piccola premiazione per tutti i partecipanti e per concludere una fantastica esperienza in sella su uno dei nostri bellissimi cavalli rigorosamente aperta a grandi e piccoli.
Gli organizzatori invitano a prenotare

Per informazioni e costi contattate Selena al 3384370392.

Una Pasqua Milanese con Brunch e Pacchetto Pasquale al @PrincipeSavoia 27 marzo Milano


Brunch e Pacchetto Pasquale Pasquale 

al Principe di Savoia

27 marzo

Milano

Nell'incantevole cornice del ristorante Acanto dell' Hotel Principe di Savoia, per il Brunch di Pasqua lo chef Alessandro Buffolino propone una degustazione a base del pescato freschissimo – molluschi, pesci a carne bianca o rossa, seguita da salumi e formaggi italiani, e da alcune preparazioni, simbolo della tradizione pasquale, rivisitate in chiave moderna: la torta Pasqualina, primi piatti creati dalle sapienti mani del nostro Maestro Pastaio, il cosciotto d'agnello glassato al miele di castagno e il capretto al forno con carciofi di Pertosa e patate fondenti. Per concludere in dolcezza, ecco una parata di dessert pasquali e leccornie di cioccolato. Per i più piccoli, divertenti attività di appassionante coinvolgimento come la pittura delle uova e la caccia al tesoro nella bellissima veranda del ristorante.

Il costo del Brunch di Pasqua è di euro 89 per persona inclusa una flûte di champagne Lanson.

Per informazioni e per prenotare, contattare: +39 02 6230 2026 - acanto.hps@dorchestercollection.com

Il “Pacchetto Pasqua” all' Hotel Principe di Savoia

A Pasqua, concedetevi un soggiorno raffinato ed elegante all' Hotel Principe di Savoia con le persone a voi più care. La nostra speciale offerta vi permetterà di godere il meglio di Milano con la vostra famiglia. Attiva dal 18 marzo al 3 aprile, l'offerta include la prima colazione, uno sconto del 50% sulla seconda camera e una dolce sorpresa al cioccolato per i vostri "piccoli principi".

L'offerta ha un costo complessivo a partire da euro 395 con sistemazione in una delle nostre Camere Classic.

Per informazioni e per prenotare, contattare: +39 02 6230 5555 - reservation.hps@dorchestercollection.com

Palio del Recioto e dell’Amarone dal 19 al 20 e dal 26 al 29 Marzo Negrar (VR)

Palio del Recioto e dell’Amarone il 19 e 20 Marzo Negrar (VR)

Palio del Recioto e dell’Amarone

il 19 e 20 Marzo

Negrar (VR)

Il 19 e 20 marzo si svolgerà a Villa Tenuta Santa Maria di Novare un evento aperto al pubblico a cui saranno presenti 35 aziende produttrici di Amarone.
Dopo 63 anni il Palio del Recioto diventa Palio del Recioto e dell’Amarone. Nato nel 1953 e voluto dalla lungimiranza dell’allora sindaco, Guido Ghedini, allo scopo di far conoscere i vini della Valpolicella classica e il territorio da cui vengono prodotti, il Palio del Recioto si è affermato nel corso degli anni come evento di riferimento per la Valpolicella, sentendo l’esigenza di ampliarsi e di accogliere una realtà vitivinicola, quella dell’Amarone, che nell’ultimo trentennio si è affermata in tutto il mondo portando la bandiera della Valpolicella.

Il Palio del Recioto e dell’Amarone si terrà due week end consecutivi di marzo, dal 19 al 20 marzo e dal 26 al 29 marzo in collaborazione con la Pro Loco di Negrar.


Un consiglio, oltre al paglio godetevi le favolose Lasagnette artigianali tirate a mano della Trattoria Caprini. La potete trovare in collina tra i vigneti della Valpollicella poco distante dal centro di Negrar. 

Via Zanotti Paolo, 9, Torbe VR
Telefono:045 750 0511


Cioccolato alla Corte del Barolo Chinato 6-13-20-28 Marzo Alba (CN) @Barolo_enoreg

Cioccolato alla Corte del Barolo Chinato 6, 13, 20, 28 Marzo Alba (CN)

Cioccolato alla Corte del Barolo Chinato

6, 13, 20, 28 Marzo

Alba (CN)

Torna al Castello Comunale Falletti di Barolo la manifestazione "Cioccolato alla Corte del Barolo Chinato", organizzata dall'Enoteca Regionale del Barolo in collaborazione con il Comune e la Pro Loco di Barolo per far incontrare il Barolo Chinato ed il cioccolato nelle sue diverse declinazioni in golosi abbinamenti tutti da assaggiare.
Si potrà infatti assaggiare e confrontare un'ampia selezione di Barolo Chinato differenti ed approfondirne la conoscenza interagendo direttamente con i produttori o con il personale presente: un’opportunità da non perdere, se si considera la rarità di questo vino aromatizzato, prodotto solo da poche aziende ed in quantità limitata.

I BANCHI DI DEGUSTAZIONE saranno allestiti nel Castello Falletti di Barolo, presso l'Enoteca Regionale del Barolo, A PARTIRE DALLE ORE 10,00 E FINO ALLE ORE 18,00,CON ULTIMO INGRESSO ALLE ORE 17,30.
L'evento si ripeterà nelle giornate del 13 e del 20 marzo e si concludera con il lunedì di Pasquetta, 28 marzo.
*****
I biglietti si acquistano direttamente al desk.
Per info  http://www.enotecadelbarolo.it/

A Pasqua, i Musei del Cibo nel piatto dal 26 al 28 Marzo Parma

 A Pasqua, i Musei del Cibo nel piatto

Dal 26 al 28 marzo apertura straordinaria per il circuito della provincia di Parma 


Che sia con la famiglia o “con chi vuoi”, la Pasqua rimane una delle festività più appetitose dell’anno. Per conciliare svago, cultura e sapori autentici del territorio, i Musei del Cibo della provincia di Parma aprono al pubblico i loro spazi per l’intero weekend dal 26 al 28 marzo 2016, con orario normale la domenica di Pasqua e con orario continuato dalle 10,00 alle 18,00 il Lunedì dell’Angelo. Parmigiano Reggiano, Pasta, Pomodoro, Vino, Salame e Prosciutto sono solo alcuni degli ingredienti tradizionali della cucina italiana che rappresentano un vero sinonimo della città di Parma – insignita del titolo di “Citta creativa della Gastronomia UNESCO – e del made in Italy.
Per arricchire il viaggio è possibile degustare il Parmigiano Reggiano di diverse stagionature al termine della visita all’interno dell’omonimo museo, assaporare un mix di tutti i sei prodotti grazie allo speciale menu proposto dal Ristorante Corte di Giarola oppure fare una sosta alla Prosciutteria del Museo di Langhirano per una ricca degustazione. Ultimo nato per gli amanti del vino è poi il punto degustazione “Il Grappolo” annesso alla Cantina dei Musei del Cibo di Sala Baganza. Malvasia, Lambrusco e Fortana sono solo alcuni dei nettari di Bacco che si possono assaggiare insieme al formaggio, ai salumi e agli altri prodotti del territorio. La sala vanta 60 posti a sedere ed un’estetica accattivante grazie ai tavoli di legno e agli arredi accoglienti che richiamano le osterie di una volta. Con uno spazio anche per i bambini.

Per pianificare al meglio il proprio itinerario tra i tesori del Parmense, si possono consultare facilmente i tragitti sul sito www.museidelcibo.it, nella nuova sezione denominata “Lungo le strade dei Musei del Cibo”. Per vivere un’esperienza a tutto tondo tra la Bassa e i Colli parmensi, il circuito propone infine la Musei del Cibo Card, un passepartout che consente di visitare a soli 9 Euro tutte le sedi espositive nell’arco di un anno solare e di ottenere sconti nei ristoranti con i quali i Musei hanno attivato le convenzioni.

I Musei del Cibo sono anche su Facebook: www.facebook.com/museidelcibo

Salumi stagionati e tartufo marzolino si gustano il 28 marzo a Brisighella (RA)



Salumi stagionati e tartufo marzolino si gustano a Brisighella 1

Salumi stagionati e tartufo marzolino si gustano a Brisighella

Appuntamento sulle colline ravennati il 28 marzo

Il comune di Brisighella (sulle colline romagnole in provincia di Ravenna) è un vero giacimento gastronomico. Ogni stagione è caratterizzata da prodotti, sapori, profumi che diventano protagonisti di sagre e di pietanze prelibate nei ristoranti del territorio.

Con lo sbocciare della Primavera si apre dunque anche il calendario degli eventi enogastronomici di Brisighella: Lunedì 28 marzo, giorno di Pasquetta, sotto l’Antica via degli Asini (uno dei simboli del borgo medioevale di Brisighella) dalle 9 alle 18 prenderà vita la “Sagra dei salumi stagionati e del tartufo marzolino”.

Bancarelle di prodotti tipici, stand gastronomico e intrattenimenti accoglieranno quindi il pubblico alla scoperta dei salumi pronti a essere degustati dopo le sapienti lavorazioni dei norcini brisighellesi e la giusta stagionatura, capace di esaltare le caratteristiche di prosciutti, salami, coppe, salsicce e altre prelibatezze.

Assieme ai profumi dei salumi, Brisighella sarà invasa anche dagli aromi del “tartufo marzolino”, detto anche bianchetto. I tartufai della zona sono abili nel ricercare questo prezioso prodotto di cui il sottosuolo brisighellese è ricco e per la Sagra sarà possibile acquistarlo o degustarlo nei piatti preparati allo stand o nei ristoranti di Brisighella. Il nome tartufo “bianchetto” deriva dal fatto che il Tuber Albidum Pico può essere confuso col tartufo bianco Tuber Magnatum Pico, più pregiato, anche se i periodi di raccolta sono differenti. Per questo viene anche detto Marzuolo o Marzolino.

Salumi stagionati e tartufo marzolino si gustano a BrisighellaPer ottenere ottimi salumi è necessario continuare a tramandare anche l'arte della stagionatura. I procedimenti tradizionali di lavorazione delle carni, in parte abbandonati con l'affermazione di attività industrializzate, vengono oggi rivalutati nell'ambito di una politica di recupero della tipicità dei prodotti, con metodi naturali e senza conservanti, nel ricordo dell’antica arte dei norcini.

Affinché i salumi si stagionassero correttamente, senza però asciugarsi eccessivamente, si provvedeva prima a sistemarli nelle soffitte con le finestre aperte nelle piene giornate di sole e, successivamente, nelle cantine dove il livello di umidità era maggiore. Gli unici accorgimenti erano quelli dettati dall’esperienza, secondo cui con la nebbia o con le giornate nuvolose e ventose si doveva provvedere a chiudere le finestre, parchè l'eccessiva umidità poteva "bucare" i salumi, ossia creare fermentazioni indesiderate che avrebbero potuto portare a una non corretta maturazione. Il periodo ottimale per una stagionatura naturale è quello autunnale e invernale perché per la stagionatura vera e propria è necessario disporre di un ambiente con una temperatura il più possibile costante e con un range compreso fra i 10 e 14° C. Così a primavera si potevano gustare i primi salumi.

Per informazioni:
Pro Loco Brisighella tel. 0546 81166  iat.brisighella@racine.ra.it  www.brisighella.org

Il Groppello a spasso nella cucina Bresciana dal 12 Febbraio al 27 Marzo (BS)

A Château Monfort il Sunday Brunch celebra la Pasqua 27 Marzo Milano @ChateauMonfort

A Château Monfort il Sunday Brunch celebra la Pasqua

Domenica 27 marzo continua il ciclo di appuntamenti domenicali a tema
proposti dal Ristorante Rubacuori by Venissa
A Château Monfort , boutique hotel milanese del gruppo Planetaria Hotels ispirato al mondo delle fiabe e unica destinazione hotellerie a Milano inserita nella Guida Relais&Châteaux, appuntamento domenica 27 marzo con il Sunday Brunch dedicato alla “Pasqua”.
A partire dalle ore 12.30 nell’incantevole atmosfera del Ristorante Rubacuori by Venissa gli ospiti saranno coinvolti in un viaggio alla scoperta della tradizione culinaria Pasquale che incontra l’agnello in varie cotture, le paste al forno, le uova sode con le più svariate misticanze, i dolci e i salati della cucina domestica e altre intriganti sorprese.
Gli ospiti potranno degustare diverse portate firmate dallo Chef Andrea Asoli come: l’abbacchio al forno con patate, capretto stufato al moda antica, torte salate al pecorino e verdura di stagione, insalata di pasta alla borragine, casatiello pasquale, selezione di salumi della Lombardia e del Veneto, mosaico di formaggi della Valsassina, giardino di verdure cotte e crude, uova sode con maionese all’acciuga, spezzatino di tacchino al vino bianco, timballo di pasta alle melanzane e le uova in diverse consistenze con le erbe di Primavera.
Oltre alle proposte a buffet -su richiesta- si potrà degustare il piccione all’arancio e il tortello all’ossobuco.
Gli appuntamenti domenicali con il brunch proseguiranno con altri temi: Venezia guarda il Perù, i colori e i profumi del riso, W la pasta, “è nato prima l’uovo o la gallina?”, asparago e dintorni, del mangiar Veneziano e molti altri.

Il 29 Marzo iniziano i corsi dell’università del panettone a Vighizzolo d’Este (PD) @MolinoQuaglia

Il 29 Marzo iniziano i corsi dell’università del Panettone
a Vighizzolo d’Este (pd) tutti a scuola di lievitati
impasti, lievitazioni e cotture per un panettone gourmet  
...
...

Il 29 marzo prende il via a Vighizzolo d’Este (Pd) l’Università del Panettone, il nuovo progetto della Scuola del Molino Quaglia.

Il panettone, come la pizza e la pasta, è emblema di italianità in tutto il mondo, pur essendo un dolce di ricorrenza e oltretutto riferibile alla tradizione di una specifica area del territorio.

Il nuovo corso, unico in Italia, apre le porte della conoscenza e dell’applicazione di tecniche di impasto, pratiche manuali e processi di lievitazione e di cottura per costruire un assortimento di dolci lievitati italiani capaci di interpretare tutte le stagioni dell’anno. A Natale con il panettone e il pandoro, a Pasqua con la tradizionale colomba e tutto il resto dell’anno con varianti da colazione, da merenda, da fine pasto e da meditazione capaci di riscrivere l’assortimento del "panettone" in chiave gourmet.
Il termine Università nasce esclusivamente con lo scopo di indicare il particolare taglio didattico del corso: non basato su liste di inutili ricette ma costruito per far vivere ai partecipanti un’esperienza completa del processo che unisce i produttori degli ingredienti al consumatore finale, passando per la capacità di scegliere gli ingredienti e trattarli per conservarne intatte le qualità. E non solo impasti, ma anche tecniche di candidatura, tecniche di cucina (perché, parafrasando il pensiero di Corrado Assenza, tra cucina e pasticceria non c’è confine), e poi lezioni di marketing, comunicazione, gestione del personale e di nutrizione. Ogni materia affidata a uno specialista con un calendario di lezioni che traccia un percorso multidisciplinare, come avviene nelle università vere, con un filo conduttore che riconduce ogni affermazione all’obiettivo di una qualità alimentare senza compromessi. “Chi frequenterà l’Università del Panettone - spiega Piero Gabrieli, direttore marketing del Molino Quaglia - imparerà soprattutto che per mangiare bene bisogna mangiare fresco, abbandonerà l’idea che l’alimento debba durare oltre il suo tempo naturale e capirà come offrire ai suoi clienti prodotti indiscutibilmente diversi per gusto e leggerezza”.

Hotel Royal Victoria presenta il menù di Paqua 27 marzo Varenna (LC) @ariaugustoni #HotelRoyalVictoria #MaurizioLazzarin

Hotel Royal Victoria Varenna 

Pasqua

Varenna (Lc)


L’interprete della cucina per il giorno di Pasqua, al Rodali Victoria di Varenna, Maurizio Lazzarin. Nel menù una sperimentazione di gusti e sapori e di abbinamenti. Un gioco magico tutto da assaporare passo dopo passo. Una degustazione che colpisce il cuore.


Il Menù di Pasqua – Easter Menù
 

Montagne di cioccolato 28 Marzo Gerola Alta (SO)

Montagne di cioccolato 28 Marzo  Gerola Alta (SO)

sabato 13 febbraio 2016

In Cantina Valtidone è iniziata la vendita del vino sfuso Enoteca aperta anche nel fine settimana con i vini doc e i consigli per l’imbottigliamento

Cantina Valtidone è iniziata la vendita del vino
In Cantina Valtidone è iniziata la vendita del vino sfuso
Enoteca aperta anche nel fine settimana con i vini doc e i consigli per l’imbottigliamento


Appuntamento in Cantina Valtidone con i nuovi vini sfusi: assaggi, degustazioni e utili consigli per l’imbottigliamento. L’enoteca di Via Moretta 58 a Borgonovo rimarrà aperta tutti i giorni, domenica compresa (dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19.00), per far conoscere i vini sfusi bianchi e rossi doc della cooperativa borgonovese.

Il 2015 è stato senza dubbio eccezionale per i vini della Val Tidone, il migliore degli ultimi anni. E dopo il primo assaggio del vino novello Picchio Rosso, che lo scorso novembre ha confermato nel bicchiere le grandi attese riposte durante la vendemmia, la Cantina Valtidone, dopo l’intenso lavoro sulle uve dei suoi oltre 220 soci, è pronta alla vendita del vino sfuso: l’ortrugo, il malvasia dolce e secco, il pinot e, ancora, il gutturnio, il bonarda secco, il barbera e il Valtidone rosso. Per chi punta alla qualità del prodotto e vuole riscoprire il piacere dell’imbottigliamento, in enoteca a Borgonovo ha solo l’imbarazzo della scelta. Oltre a degustare e acquistare i vini Doc della Cantina borgonovese, è inoltre possibile, infatti, grazie agli esperti e sommelier, conoscere tutti i segreti di un buon imbottigliamento: dai periodi più indicati ai luoghi più adatti di conservazione, fino ai consigli per gli accostamenti con i cibi. Quello con la vendita del vino sfuso in enoteca è il primo appuntamento di un 2016 che per la Cantina Valtidone si prospetta sicuramente intenso, con tante iniziative, eventi e novità che si collegano ai festeggiamenti del 50° anniversario della cooperativa borgonovese.

Un Viaggio nella Grande Storia della Centrale del Latte di Brescia dal 15 gennaio al 26 febbraio Brescia @centralelattebs

Un Viaggio nella Grande Storia della Centrale del Latte di Brescia
dal 15 gennaio al 26 febbraio
Brescia


Centrale vi aspetta alla Mostra Evento che si terrà dal 15 gennaio al 26 febbraio 2016 presso:
Comune di Brescia - Urban Center
Palazzo Martinengo delle Palle - Via San Martino della Battaglia, 18.
Si tratta dell' Archivio Storico del dott. Luigi Minnucci, direttore di Centrale dal 1932 al 1946.
Una straordinaria ed emozionante raccolta di documenti, tabulati, immagini fotografiche per ripercorrere una Grande Epoca eroica, generosa e di resistenza della nostra Centrale del Latte di Brescia.

INGRESSO LIBERO
da lunedì a venerdì : 9.00/12.45 - 14.30/17.30
sabato : 9.00/17.30

lunedì 8 febbraio 2016

Champagne & Food Tasting: insoliti abbinamenti... 23 Marzo Milano @tibevo #petitperlage

Champagne & Food Tasting

23 Marzo

Milano

Degustazione di Champagne insoliti abbinati alla perfezione ai piatti dedicati a questo nettare divino e guidata dai Sommelier professionisti di PETIT PERLAGE.

CHAMPAGNE:
Champagne Ch Marin et Fils Cuvée Reine
Champagne Bourdaire Brut
Champagne Macquart Lorette 1er Cru Brut Tradition
Champagne Ch Marin et Fils Millesimé 2005

MENU: Jamón Serrano, Risotto, Cassoeula ed altre sorprese.
INFO & PRENOTAZIONI: The Room: 02-58319839 , info@theroommilano.it
LOCATION: The Room | Via Giulio Romano 8 | 20135 Milano
ORARIO: ore 20.00
INGRESSO: 48,00€ - Calici di Champagne aggiuntivi ad un prezzo promozionale. BUONO SCONTO CHAMPAGNE: Ogni ospite riceve un buono sconto sull'acquisto di Champagne Petit Perlage.
INFORMAZIONI Champagne & ORGANIZZAZIONE EVENTI: c.brandtstetter@petitperlage.it / +39-373 700 44 68

Identità Golose La Forza della Libertà dal 6 all'8 Marzo Milano @identitagolose

Identità Golose

La Forza della Libertà

dal 6 all'8 Marzo

Milano

Il 2015 è stato l'anno dell'Expo di Milano, di una edizione con un tema scandito da sette parole, Nutrire il pianeta, energia per la vita, che tutti i presenti, tra decumano e cardo, hanno interpretato al loro meglio. Noi compresi. Abbiamo infatti dato vita per 6 mesi a Identità Expo, uno spazio che vedeva alternarsi eventi, pranzi e cene, ospiti oltre 200 grandi chef italiani e stranieri, in un continuo confronto che non si arresterà con la fine della manifestazione tale l'importanza e l'originalità dell'esperienza.

Un evento mondiale che ha messo in grande evidenza come si può nutrire la popolazione del mondo anche attraverso la lotta allo spreco e al consumo dissennato delle risorse del pianeta. Che non sono infinite: non vi sono più alibi. Il mondo è limitato, questo abbiamo e in questo dobbiamo vivere. Ricordiamoci che nel 1800 la popolazione mondiale non arrivava al miliardo di anime, 978 milioni per la precisione, e nel 1950 superava di poco i 2 miliardi e mezzo, 2.521 milioni, mentre adesso, dato del novembre 2015, siamo a quota 7,38 miliardi e nel 2030, che è molto vicino, 8 e mezzo. Più siamo, più stress per il globo.

La Forza della Libertà sarà il tema di Identità Golose 2016 e va oltre gli imperativi più evidenti legati ai consumi. Con La forza della libertà portiamo al centro dell'attenzione dell'opinione pubblica - e di chi ci amministra e governa - la voglia di conoscenza e curiosità che animava ogni visitatore di Expo 2015, aprendo una riflessione a 360° sul valore della libera creatività e della libera convivialità, messe così a dura prova dalle tensioni che attraversano il mondo. Regolare i consumi, non vuole dire non sedersi più a tavola, ma anzi intensificare gli scambi culturali e tecnici che avvengono nelle cucine e nelle sale ristorante di tutto il mondo.

Se nel 1862 il filosofo tedesco Ludwig Feuerbach scrisse "Il mistero del sacrificio o l'uomo è ciò che mangia", un secolo e mezzo dopo sembra imporsi l'esatto contrario: L'uomo è ciò che NON mangia. Fateci caso, ma sempre più individui si identificano in quello che rifiutano, non più in quello che prediligono. E tanti tra loro vorrebbero imporre le loro scelte agli altri.

Questo vogliamo ricordare e ribadire. L'uomo è un animale onnivoro e la cucina è sempre stata vita, cultura, libertà di scambiarsi prodotti, cercare nuovi sapori, contaminarsi attraverso il meglio di civiltà e alimentazioni diverse. Va difesa la curiosità, la gioia davanti a una novità, il sogno di chi intende innovare, di chi si apre al nuovo e si sottopone al giudizio del pubblico nella speranza che risulti gradito. Guai ritrovarci schiavi di pregiudizi, ottusità, schemi, tutti fattori che mortificano il genio creativo di un cuoco (e non solo il suo) e imbrigliano i gusti e i desideri dei clienti.

Goût de France/Good France 2016 21 Marzo @PrincipeSavoia Milano

GOÛT DE FRANCE/GOOD FRANCE 2016

GOÛT DE FRANCE/GOOD FRANCE 2016

 Anche quest’anno torna Goût de France/Good France!

La seconda edizione si svolgerà il primo giorno di primavera, il 21 marzo 2016, quando più di 1.500 chef nel mondo celebreranno, tutti insieme, la gastronomia francese.

Ogni ristorante che ha aderito all’evento renderà omaggio alla cucina della Francia e ai suoi valori, secondo obiettivi di condivisione, piacere, rispetto del bien-manger, della contemporaneità e del pianeta, tema conduttore dell’Expo Milano 2015 e della Conferenza di Parigi sul clima.
Dei 1.500 ristoranti che hanno aderito, circa 70 sono in Italia, tra i quali il ristorante Acanto dell’ hotel Principe di Savoia che propone un menu dai sapori francesi per la serata. https://www.dorchestercollection.com/it/milan/hotel-principe-di-savoia/restaurant-bars/acanto/

A Milano, all’Hotel Principe di Savoia la serata-evento del 21 marzo, organizzata con il patrocinio del Console Generale di Francia, in collaborazione con Atout France, Business France, Institut Français di Milano e la Chambre Française de Commerce et d’Industrie en Italie proporrà un menù a quattro mani preparato da Alessandro Buffolino, chef del ristorante Acanto dell’ Hotel Principe di Savoia insieme a Christian Etienne, chef di Avignone, 1 stella Michelin.

Alessandro Buffolino, giovane promessa della cucina italiana, ha avuto molteplici e diverse esperienze, tra cui molto significativi, gli anni spesi in Francia con alcuni dei maestri francesi Pierre Orsi e Michel Guerard. Alessandro Buffolino dichiara “ Sono molto lieto di partecipare a Goût de France/Good France! e di collaborare con Christian Etienne a questa importante serata”.
Il menù d’eccellenza propone grandi specialità d’Oltralpe ripensate con creatività: si va dal salmone affumicato, rémoulade di sedano rapa e uovo di quaglia, alle lumache al prezzemolo, il foie gras d’anatra con mela renetta e pan brioche, il piccione in crosta, seguito da una selezione di formaggi francesi e per finire l’immancabile tarte tatin, rivisitata con zafferano e gelato alla vaniglia. Un’occasione per scoprire o riscoprire in modo conviviale e gourmand l’arte di vivere alla francese, i prodotti del territorio, e valorizzare la destinazione Francia. www.goodfrance.com