9/14/2015

Le Bollicine Migliori del Mondo in Villa Reale 24 Ottobre Monza

International Sparkling Awards Milan 24 Ottobre Monza

International Sparkling Awards Milan

24 Ottobre

Monza

La Villa Reale di Monza sabato 24 ottobre ospiterà l’’International Sparkling Awards Milan, il primo Concorso Internazionale dedicato alle migliori produzioni enologiche nazionali e internazionali di spumanti a metodo classico; un premio prestigioso che si candida ad essere una delle prime rassegne internazionali italiane per le “bollicine”.
Sei sale della Villa Reale saranno debitamente addobbate per degustare oltre 100 vini rifermentati in bottiglia. Etichette eccezionali, in corsa per aggiudicarsi i riconoscimenti come gli spumanti migliori del mondo, dopo mesi di rigide valutazioni fatte da un team di degustatori professionisti.
L’organizzatore del premio è il brianzolo Fabio Mondini, presidente dell’associazione Gam e20 di Misinto, noto per essere l’artefice della Bierfest, una delle più importanti kermesse estive lombarde dedicate alla schiumosa bevanda. Mondini è anche delegato dell’AIS Associazione Italiana Sommelier per Monza e Brianza. L’ISA Milan, presentato ufficialmente nei mesi scorsi in Regione Lombardia, ha visto in gara 378 etichette, 202 delle quali hanno superato la prima selezione e 133 sono giunte in finale. Le aziende vinicole in gara sono state 157, il 20% delle quali estere (provenienti da Francia, Inghilterra, Danimarca, Stati Uniti, Sud Africa, Slovenia, Romania, Spagna e Russia) divise in 8 categorie.


International Sparkling Awards Milan 2015Il premio, organizzato dall’associazione Gam e20 con il contributo di Regione Lombardia, è nato con l’obiettivo di celebrare, nella cornice dell’Esposizione Universale dedicata alla nutrizione, una delle produzioni vitivinicole più interessanti, valorizzando un segmento di mercato ricco di etichette eccellenti come le italiane Franciacorta Docg, Trento Doc, Oltrepò Pavese Metodo Classico Docg, Alta Langa Doc così come anche Lo Champagne, il Cava spagnolo e le produzioni del Sud Africa, della Danimarca, degli U.S.A., dell’Inghilterra, della Russia, della Slovenia e della Romania.
Con la degustazione dei vini finalisti, i visitatori potranno immergersi  nell’atmosfera di queste sale che nei secoli hanno ospitato regnanti, dignitari provenienti da tutto il mondo,  quella nobiltà che accanto alla cucina italiana ha sempre apprezzato i vini, i classici “rossi” e le “bollicine” che accompagnavano i lussuosi e lauti pranzi.
Per  il pubblico una occasione veramente unica per vivere un pomeriggio “reale”, interamente dedicato al piacere dell’assaggio di alcune delle più famose case vinicole italiane e straniere: dalle 16.00 alle 20.00,  chiunque vorrà, potrà lasciarsi guidare dai 50 sommelier AIS Monza e Brianza tra i 22 banchi su cui presenzieranno le migliori proposte enologiche internazionali suddivise secondo le tipologie di premi in gara.
A rendere ancor più caratteristico ed unico il pomeriggio, la possibilità di degustare i vini in Calici di straordinaria qualità accompagnati alla mostra di una collezione privata dei “Menù Reali: stampe originali ottocentesche” con abbinamenti «pietanze-vini» in pieno stile regio. Mostra che ricorderà l’esperienza gastronomica del passato, da sempre vicina alla cucina regionale d’Italia e ai suoi prodotti di qualità.
La storia racconta che Vittorio Emanuele II, in particolare, era solito consumare cibi popolari di tradizione locale come stufati, arrosti, cacciagione, bagna cauda. Tra i piatti preferiti dal Re si ricordano, infatti: i Tajarin, la Selvaggina al civet o alla brace, le uova sode tritate con prezzemolo e olio e il Gran Bollito Piemontese che amava così tanto che fin da giovane, ancora in attesa del trono, scappava dalla Corte di Torino per recarsi a Moncalvo per fare con gli amici allegre mangiate di bollito, generosamente accompagnato da Barbera.  Per alcune ore queste “amenità” sono a portata di tutti.
Passeggiare tra i saloni della Villa, rivivere i fasti delle grandi monarchie con  la possibilità di scoprire  in una splendida esposizione di disegni i “calici di design” realizzati da artisti di tutto il mondo e confluiti a Monza grazie al concorso lanciato da ISA Milan per scoprire giovani talenti.
Sono attesi per questo evento unico nel suo genere il Presidente della Regione Roberto Maroni, l’assessore all’Expo Fabrizio Sala, il docente di viticoltura alla Statale di Milano Leonardo Valenti.
Le sale della Villa sono aperte al pubblico e al costo d’ingresso di 10 euro i visitatori potranno degustare 5 vini selezionati da ISA Milan ricevendo in regalo un bicchiere personalizzato ISA della Luigi Bormioli e un porta bicchiere da degustatore. La scuola alberghiera don Gnocchi di Carate abbinerà un accompagnamento culinario ai vini nelle sale delle degustazioni.

(a cura di Pierfranco Redaelli e Carlo Gaeta) articolo preso da http://www.brianzapiu.it/monza-alla-villa-bollicine-da-re/

Nessun commento:

Posta un commento