9/21/2015

@HostMilano Salone Internazionale dell’Ospitalità Professionale dal 23 al 27 Ottobre Milano



HostMilano Salone Internazionale dell’Ospitalità Professionale 2015

Hi-tech, grandi chef, lifestyle:


il futuro del tuo business è a Host2015


Tra macchine super-sofisticate, format innovativi, design d’avanguardia e lezioni show, quest’anno ancora più senza confronti la food and coffee experience: l’appuntamento must per conoscere i nuovi trend e valutare gli investimenti in vista della ripresa.

Un’edizione da record storico, con quasi 2.000 espositori da 48 Paesi su 14 padiglioni, che brillerà per la qualità delle proposte.
Pronti alla ripresa? Confcommercio stima che quest’anno i consumi fuori casa aumenteranno del +3,1%, mentre ISTAT e analisti internazionali come Standard & Poor’s concordano che la fiducia dei consumatori salirà ai massimi dal 2008.
È il momento di investire per tenere la propria attività sempre in linea con le nuove tendenze e le aspettative dei clienti. E il luogo migliore per farlo massimizzando i ritorni è HostMilano - International Hospitality Exhibition, la manifestazione leader nell’equipment, coffee and food, in fieramilano a Rho da venerdì 23 a martedì 27 ottobre prossimi.

La Champions League dell’ospitalità

Host2015 si presenta ai professionisti del settore come un’edizione da record. Sono circa 2.000 gli espositori già registrati e ancora in crescita (a oggi, +17% rispetto al 2013), di cui il 37% esteri da 47 Paesi con un aumento del 26% sul 2013, che occuperanno a maglia fitta quasi tutto il quartiere fieristico: 14 padiglioni, due in più rispetto alla scorsa edizione. Massicce e tutte con aumenti a doppia cifra le presenze dai Paesi leader nella produzione di food service oltre all’Italia: Germania (+25%), Francia (+27%), il ritorno in grande stile della Spagna (+27%), mentre le aziende dagli USA crescono ancora di più, +29%, anche grazie all’inserimento di HostMilano, da parte del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti (US Commercial Service), nella ristretta cerchia di manifestazioni internazionali dove gli USA sono presenti con uno stand ufficiale. Forti incrementi anche per Svizzera (+29%), Paesi Bassi (+25%), Regno Unito (+20%) e addirittura +50% per l’Austria e +57% per il Portogallo. Più di 1.500 anche i top buyer da 60 Paesi e centinaia i giornalisti accreditati da media di tutto il mondo.

Macchine super sofisticate, format innovativi, design d’avanguardia e momenti lifestyle, insieme con una food and coffee experience senza confronti, faranno di Host2015 il trendsetter per eccellenza dell’ospitalità professionale mondiale: i 5 giorni di manifestazione saranno il top di un processo che HostMilano porta avanti tutto l’anno analizzando i mercati, producendo osservatori veicolati attraverso i media di settore e anticipando le tendenze più up-to-date da tutto il pianeta, anche grazie al network degli Host Ambassador, 16 top blogger internazionali pronti a cogliere “sul campo” i trend più promettenti.



E per i suoi appuntamenti più cosmopoliti, poi, Host2015 gioca un vero e proprio full di carte vincenti.


 
32 nazioni si sfidano a colpi di zucchero e cioccolato

In tema di campionati, da non perdere al pad. 14 il Cake Designer World Championship e The World Trophy Of Pastry Ice Cream Chocolate a cura di FIP - Federazione Italiana Pasticceri, incontri internazionali ai massimi livelli tra i team cake design di: Ucraina, Svezia, Serbia, Russia, Italia, Spagna, Venezuela, Svizzera, Norvegia, Giappone, Francia, Ungheria, Cuba, Tunisia, Perù, USA; e per il mondiale di pasticceria: Italia, Francia, Grecia, Cipro, Spagna, Giappone, Turchia, Polonia, Algeria, Romania, Messico, Thailandia, Austria, Tunisia, Cile e Perù.

Della nazionale italiana faranno parte Diego Mascia, Paul Occhipinti, Antonino Bondì e Serena Sardone. Mentori della squadra di pasticceria saranno Christian Beduschi e Rossano Vinciarelli, mentre per il cake design sarà Christian Giardina.
Un’occasione unica di incontro e confronto fra le culture di diversi territori e fra le visioni dei più autorevoli maestri internazionali come Kristina Rado dall’Ungheria o Lisa Mansour dagli Stati Uniti per il cake design, Dewen Wang dalla Cina, o dall’Italia, il maestro d’intaglio Girolamo Brescia.
I pasticceri gareggeranno in tre categorie: pezzo artistico in pastigliaggio e monoporzione gelato, pezzo artistico in cioccolato con cioccolatini, pezzo in zucchero artistico e torta moderna. Le squadre di cake design dovranno esibirsi con le diverse tecniche applicabili sulla pasta di zucchero, senza tralasciare il gusto del dolce che rispecchi la tradizione del proprio paese e della propria cultura. A corollario dei campionati, i massimi esperti della lavorazione del dolce si esibiranno in performance dall’alto profilo artistico.
 
Un’agorà per i filosofi della dolcezza


Una vera e propria Arena è la proposta di FIPE - Federazione Italiana Pubblici Esercizi con La Dolce Agorà (Pad. 18, Gelato-Pasticceria), dove laboratori e aree workshop rappresenteranno i format che valorizzano il dolce di produzione propria, con servizio e ambienti accoglienti per rientrare tra le modalità più diffuse persino di light-lunch. In un palinsesto dai ritmi televisivi, i Maestri del gelato coordinati dal “Gelatiere curioso” Filippo Bano si avvicenderanno con le mille possibilità di impiego del cioccolato e sarà tentato il World Guinness Record per il più alto numero di varietà di gusti a base di cioccolato, fino a 110.
I campioni della pasticceria si cimenteranno invece nel dolce tipico milanese, il Panettone, un omaggio anche all’Expo, in linea con gli obiettivi di diffusione internazionale di canoni di tipicità e di unicità delle proposte gastronomiche territoriali. Un particolare spazio sarà offerto al cioccolato in tutte le sue realizzazioni, dalla pralineria alla scultura con la collaborazione di celebri Maestri.


Al Coffee District i segreti degli 007 del tasting Da non perdere per i coffee lovers gli appuntamenti del “Coffee District” organizzato al pad. 24 da CPC e UCIMAC con gli assaggi di caffè speciali, ogni ora una diversa provenienza. Per la prima volta si svela al pubblico il metodo ultra-professionale del “cupping”, di solito riservato gelosamente all’interno delle aziende, che permette di valutare al meglio le caratteristiche organolettiche: si pongono 10 grammi di miscela in una tazza da cappuccino, vi si versa sopra direttamente l’acqua calda e si lascia in infusione fino a quando raggiunge la temperatura di assaggio di 60 gradi.
In parallelo, sono previsti incontri con top player, italiani come illycaffè e Lavazza o esteri come Square Mile Coffee Roasters, e con esperti di livello mondiale quali Jonathan Morris della Hertfordshire University e Luigi Bonizzi dell’Università di Milano, Massimo Battaglia dell’Istituto Agronomico di Firenze, Rhi Sausi dell’Istituto Latino Americano, Francesco Torrigiani di Oxfam. Saranno anche presentate in esclusiva ricerche su dati e tendenze.
  
Una scossa quotidiana di caffeina…

Sempre al pad. 24, le lezioni-show dei barista champion sono protagoniste di What it Takes to Be Great: WCE All-Stars a cura di WCE - World Coffee Events: WCE porta a Host2015 i vincitori dei campionati mondiali 2015 della caffetteria insieme a prestigiose figure del settore ad esibirsi raccontando le loro esperienze e illustrando le abilità necessarie per essere grande nel mondo del caffè.
I campioni WCE All-Stars 2015 insegneranno e si esibiranno in un programma di coinvolgenti moduli interattivi, con performance su richiesta e dimostrazioni visive, imperniate sulle diverse aree di competenza rappresentate dai barista champion: latte art, preparazione manuale, assaggio, skill sensoriali. I moduli didattici, condotti da esponenti leader del settore, si concentreranno su “cosa serve per essere grande” e tratteranno temi quali design del caffè, tostatura, scelta delle materie prime, creazione di una base clienti e innovazione.
Tante caffeina anche per ENJOY THE TABLE, organizzato dalle Associazioni ART, Arti della Tavola e del Regalo, e ALTOGA, l'Associazione dei torrefattori lombardi e importatori di caffè e dei grossisti alimentari, e promosso da Confcommercio Milano Lodi Monza e Brianza: un format di eventi che prevede giornate tematiche dedicate a feste, tradizione, benessere e street food, il cui comune denominatore è costituito da valori condivisi: socialità, cultura, sostenibilità e innovazione.

Il tecno cooking d’alta gamma con Identità Golose e Host 
Di particolare rilievo per l’anima food di Host2015 è Identità Golose Future (pad. 4) – realizzato da Identità Golose e, il più prestigioso appuntamento di top cooking in Italia –, e HostMilano: un progetto che segue non tanto i cambiamenti nelle ricette e nei gusti in sé, quanto delle tecnologie che segnano l’evoluzione e tracciano gli scenari futuri. Attraverso 3 appuntamenti al giorno, 2 interpreti (un esperto e un cuoco), show-cooking e assaggi Identità Golose Future guiderà alla scoperta di macchinari e tecniche, insieme con nuovi ingredienti che rinnoveranno le ricette della tradizione.
 Qui si confronteranno con le sfide poste dalle nuove tecnologie – e ne condivideranno con il pubblico i segreti – chef stellati innovativi del calibro di Davide Scabin, Peter Brunel, Andrea Ribaldone, Domenico Schingaro, Giancarlo Morelli, Andrea Incerti Vezzani, Nicola Dinato, Elio Sironi e Roberto Carcangiu; e anche maestri pasticceri e gelatieri come Antonio Cappadonia, Gianluca Fusto, Roberto Lobrano e lo “chef in pasticceria” Moreno Cedroni. 

Oltre che con le coinvolgenti lezioni-show di chef ed esperti, a Host2015 sarà possibile assaggiare dal vivo i risultati del connubio creatività-tecnologia nel Ristorante IDENTITA’ HOST, connesso all’area e coordinato dallo chef resident Mimmo Della Salandra con lo chef Michele Citro: sono solo 50 i posti disponibili e già prenotabili per ogni turno (tutti i giorni alle ore 12:30 e 14:00), per gustare le tre portate realizzate dai guest chefs Elio Sironi, Davide Scabin, Andrea Ribaldone e Domenico Schingaro, Cesare Battisti.

Ma il Ristorante Identità Host non sarà l’unico a proporre pranzi/evento, dove la cucina stellata, l’innovazione e il food daranno vita ad un percorso gastronomico sperimentale ed esperienziale haute de gamme. Claudio Sadler, infatti, proporrà la sua visione culinaria in un menù che porrà l’attenzione anche sul dolce e anche in questo caso saranno solo 80 i fortunati avventori (40 per turno) che ogni giorno potranno previa prenotazione pranzare al ristorante al padiglione 18.
A lezione di… “Grande Stile”

Dalla partnership con APCI, in collaborazione con Italian Gourmet e apropositodime.com, a Host2015 scaturiranno 5 giorni di lezioni live animate dai migliori professionisti del settore, con il marchio e la filosofia di Network del Gusto. Tante formule all’insegna della stessa eccellenza: dalla colazione al banqueting fino agli hotel e… dal primo al dolce, con la Nazionale Apci Chef Italia che proporrà cucine regionali a tema in chiave sostenibile, in linea con EXPO. Il tutto condito da dinamiche case history che mixeranno cultura, tendenze, stili di vita e professionalità.

Il lusso nomadico dei globetrotter

Vera punta di diamante del design per l’accoglienza nell’area Arredo e Tavola sarà EXIHS - Excellent Italian Hospitality Services (pad. 10), il “contenitore del bello” per vivere l’accoglienza haute de gamme, progettato da Studio Dante O. Benini & Partners Architects, che ritorna con un mood sempre più d’avanguardia e luxury oriented. Le quattro anime del progetto, Mind, Work, Gym e Relax, rivisitano altrettanti “non-luoghi” per dare spazio a nuovi stimoli che rispondono alle esigenze di una nuova generazione di viaggiatori top.
L’area Gym si arricchisce di un’anima wellness/spa e l’area Mind diventa un boutique hotel, mentre l’area Work è suddivisa in due corner, uno più tradizionale e uno ultra-tecnologico, e l’area Relax sposa il concetto di “multicommensalità”.
Il concept è completato dall’immagine grafica curata dall’architetto Pier Luigi Cerri e dal progetto visual dell’architetto P. Denise Viviani ed è animato da una selezione di must del Made in Italy, e non solo. Le icone del design di Alessi o iGuzzini e le proposte di arredo smart working di Sagsa incontrano le pregiate sedute in pelle di Baxter o i convertibles delle innovative soluzioni notte di BK Italia, mentre la passione per il vetro di FIAM abbraccia l’inconfondibile allure scandinava di Nyanordiska e la collezione di arredi speciali di Ivanoredaelli, gli oggetti design e le essenze di Kartell e Kartell Fragrances si coniugano con l’hi-tech di Technogym, Yahama o Enomatic, declinato nei wine dispenser, il tutto sul background dei pavimenti e rivestimenti di Liuni; oltre alle soluzioni audio di Plantronics con la sua filosofia Smarter Working.
In questa filosofia di ricerca di un equilibrio quasi zen in un mondo dinamico e complesso rientra anche l’altra grande novità: un polmone verde progettato dagli architetti di landscape design di Studio Ankhè che, nel segno della cultura di un verde non solo paesaggistico in linea con EXPO, propone un edible garden dove chef e pubblico potranno attingere ai sapori genuini e un healing garden memoria degli antichi orti di piante curative.

Tra i moltissimi altri eventi di Host2015 si segnala anche per l’Arte Bianca l’incontro con la pizza gourmand della Università della Pizza (pad. 7), che partecipa per la prima volta a una manifestazione fieristica.
Alcuni dei trend più interessanti per i pubblici esercizi saranno poi svelati a Futurbar, concept di un possibile bar di domani (pad. 10) e agli incontri di Mixer Educational, dedicati a un nuovo concetto di mixology (pad. 22).

Workshop, campionati, e lezioni-show animeranno dunque tutte e tre le macro-aree che raggruppano filiere affini e dedicate a: Ristorazione Professionale con Pane- Pizza-Pasta; Caffè-Tea con SIC - Salone Internazionale del Caffè, Bar-Macchine per caffè-Vending e Gelato Pasticceria; Arredo e Tavola. Un concept unico, dove l’approfondimento specialistico dei comparti si sposa con una panoramica completa su tutto il settore, che quest’anno sarà ulteriormente potenziata dalla concomitanza con il finale di EXPO nel sito a poche decine di metri di distanza.

Tantissimi, quindi, i motivi per non mancare. E visitare Host2015 è facile. I biglietti sono già disponibili in pre-vendita o in pre-registrazione sul sito HostMilano, alla pagina http://host.fieramilano.it/pre-registrazione. E quest’anno, chi acquista il biglietto in pre-vendita concorrerà all’estrazione di un tablet in premio ogni giorno, oltre ad avere in omaggio l’accesso gratuito al Wi-Fi ad alta velocità Fastweb.

Per informazioni aggiornate su Host: www.host.fieramilano.it, @HostMilano, #Host2015

Nessun commento:

Posta un commento