7/20/2015

Portate i Vostri Bimbi, fattorie didattiche a porte aperte 27 Settembre Lombardia

Fattorie didattiche aperte

27 Settembre

Lombardia

Domenica 27 settembre si terrà l'undicesima edizione della giornata di festa delle Fattorie Didattiche lombarde: un’iniziativa che, nel tempo, ha dato corpo a temi in perfetta sintonia con le linee guida di Expo Milano 2015.


La storia delle Fattorie Didattiche inizia nel 2001 quando l’Assessorato all’agricoltura di Regione Lombardia decide di colmare quella mancanza di natura che ormai molte persone manifestano, soprattutto nelle città. Viene per questo pensato un progetto che racconti e faccia loro sperimentare in modo attivo cos’è l’agricoltura, da dove arriva il cibo che mangiamo e chi lo produce La giornata a porte aperte arriva nel 2004, e diventa in poco tempo un successo: oggi, a distanza di 11 anni è ancora uno degli eventi più attesi dagli amanti della campagna e della natura.
Nell’anno di Expo il lavoro svolto dalle Fattorie didattiche assume un valore particolare come strumento di conoscenza rivolto a chi potrà davvero costruire un futuro diverso per il pianeta
Ma cosa succederà quest’anno nella tradizionale ultima domenica di settembre?
Numerose Fattorie didattiche, distribuite in tutto il territorio regionale, apriranno le porte e proporranno un’ampia gamma di attività dedicate ai bambini, per far loro conoscere, in un ambiente reale, dove nasce il grano, come si fa il burro, quando una mucca fa il latte, cosa cresce negli orti in estate e nelle altre stagioni, di cosa è fatta la polenta, come fanno le api a produrre il miele e molto altro ancora.
Gli agricoltori accoglieranno i più piccoli e le loro famiglie per accompagnarli in un viaggio a ritroso lungo la filiera alimentare: dalle tavole nelle città ai campi dove ogni giorno si lavora per preservare l’ambiente naturale e produrre e ciò che sta alla base della vita, il cibo.
Le attività sono tante e molto diverse, ognuna legata al territorio e al tipo di produzione agricola dell’azienda: laboratori, visite alle stalle e agli orti, escursioni nei campi, degustazioni di prodotti, percorsi nella natura, giochi. Alla base di ogni attività delle Fattorie didattiche c’è il principio di “imparare facendo” e quindi osservando, ascoltando, annusando, assaggiando e…riflettendo!
Non solo una gita in campagna, quindi, ma una vera esperienza da fare con tutti i sensi per portarsi a casa sensazioni, immagini, profumi e pensieri che educano al rispetto dell’ambiente, della natura e della biodiversità.

«Il mondo dell’agricoltura va oltre la mera produzione di beni e prodotti alimentari – dichiara l’assessore all’Agricoltura della Lombardia, Gianni Fava e oggi più che mai, nell’anno di Expo che coinvolge l’intero pianeta in un dialogo su agricoltura e nutrizione, conoscere direttamente le fattorie, le cascine, le imprese agricole si trasforma in un atto di consapevolezza verso storia, cultura, ma anche tecnologie e innovazioni che contribuiscono al primato europeo della nostra regione per l’agroalimentare».
Per partecipare alle attività è importante prenotare prendendo contatto diretto con le Fattorie.
In fondo a questa pagina è scaricabile una MAPPA, che aiuterà nella scelta delle attività e delle aziende dove passare la giornata.
In versione cartacea è disponibile presso gli Spazi Regione, presso le sedi regionali delle quattro Associazioni agrituristiche (Agriturist, Agrivacanze, Terranostra, Turismo Verde) e presso le sedi delle Province. Inoltre, sarà a disposizione del pubblico nei punti vendita lombardi della catena di negozi Città del Sole - Natura e…, e in occasione di numerose fiere e eventi locali
Su Buonalombardia.it sono inoltre disponibili alcuni materiali che permettono di conoscere meglio il mondo delle fattorie didattiche e le attività ad esse legate:
Vi ricordiamo dunque:
Fattorie didattiche aperte – domenica 27 settembre 2015
TEL. 02 – 58298881/89 (Valeria Sonvico)
Fattorie didattiche a Cascina Merlata – Expo 2015, (dal 15 settembre)
INFO: http://www.expofactory.it/conoscere-la-natura/


Nessun commento:

Posta un commento