7/10/2015

Strada del vino Soave, vacanze adatte a chi ama i piaceri della vita

Strada del vino Soave, vacanze adatte a chi ama i piaceri della vita

A pochi minuti da Verona, il territorio della Strada del vino Soave rappresenta una meta adatta a chi desidera coniugare il relax al piacere per la buona tavola e la vacanza culturale


Cercate un'alternativa alle tradizionali vacanze estive in mare e in montagna? La Strada del vino Soave propone un soggiorno relax tra verdi colline vitate, aperitivi in cantina, cene golose e break culturali. Il territorio di vino, che si trova nell'Est veronese, è ricco di aziende vitivinicole, chicche museali e borghi dal piacevole ritmo di vita. Ultimo ma non meno importante. Il territorio si trova a una ventina di chilometri da Verona, città che incanta per la presenza di vestigia romane, medievali e veneziane e che ospita, in concomitanza ad Expo, una mostra in tema con il territorio, "Arte e Vino" (fino al 16 agosto 2015, Palazzo della Gran Guardia, www.mostraarteevino.it).

Vacanza slow. Tra i soci della Strada ci sono diversi hotel e B&B dotati di piscina, ideali per il relax nelle ore più calde (prezzi a partire da 40 euro per la singola e 70 euro per la doppia, sempre con prima colazione). Di prima mattina, si può scegliere di visitare Verona, oppure uno dei sei piccoli musei presenti nel territorio della Strada e dedicati al vino, al gioco, ai fossili e alle tradizioni cimbre. Dopo il relax pomeridiano, si può programmare una visita in una delle cantine socie della Strada per l'aperitivo a base di Soave e formaggio Monte Veronese Dop, prosciutto di Soave e sopressa veronese. Tenetevi leggeri, perché ci sono numerosi agriturismi e trattorie tipiche dove gustare i piatti del territorio. Info: Strada del Vino Soave, tel. 045.7681407 www.stradadelvinosoave.com

E a chi piacciono le sagre, da venerdì 24 a martedì 28 luglio a Terrossa di Roncà in val d'Alpone, si tiene una delle feste estive più suggestive del territorio, la Sagra di S. Maria Maddalena con l'Antico Palio dei Mussi (www.anticopaliodeimussi.it). Tra i momenti clou della manifestazione c'è la serata enogastronomica "Veci magnari, veci mestieri e vin bon" organizzata in collaborazione con Strada del vino Soave, Strada del vino Lessini Durello e i due rispettivi Consorzi di tutela, in programma sabato 25 luglio (da ore 20.00, via Piazza) con una decina di carri-osteria allestiti dalle tredici contrade del paese pronti a servire i piatti tipici della tradizione contadina veneta: dalla polenta ai ferri con la sopressa veronese agli gnocchi al formaggio della Lessinia, dalla zuppa di pane casereccio (pamojo) ai bigoli (pasta lunga ruvida) con olio e sarde, dal cotechino al risotto al tastasal (con la pasta di salame), dalla polenta e lumache alla polenta con baccalà. Altro importante appuntamento della sagra è la rievocazione dell'Antico Palio dei Mussi, con la gara su sterrato di tredici asinelli, uno per ogni contrada, che si tiene domenica 26 luglio (ore 19) e che si svolge in un'area verde a fianco della chiesa del paese. Fantino e asino vincitori saranno festeggiati con l'aperitivo "Ciukito" a base di spumante Durello e liquore di ciliegia, ma quest'anno dovranno poi vedersela con i fantini dei 5 comuni della val d'Alpone, pronti alla sfida del Palio della val d'Alpone, in programma martedì 28 luglio alle ore 21, gara che sigla la chiusura della sagra.

Nessun commento:

Posta un commento