3/08/2015

La Montagna va in Pianura 18 Giugno Polesine Parmense (Pr) @ACPallavicina1

La Montagna va in Pianura

18 Giugno

Polesine Parmense (Pr)


Giovedì 18 giugno 2015: all’Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR), per “La cucina di Corte incontra i vini dei grandi produttori”, arriva la Tenuta CampoGrande di “Monchio delle Corti”

“Il vino è il condensato di un territorio, di una cultura, di uno stile di vita”. Sono le parole di Ernst Hemingway a sintetizzare la filosofia dell’Azienda Agricola CampoGrande di Monchio delle Corti - nella zona est dell’Appennino Parmense – il risultato di una scommessa di tre amici che per la loro terra hanno sempre condiviso un amore viscerale. Lo stesso amore che, sul lato estremo della stessa provincia, ha guidato Luciano e Massimo Spigaroli nel sogno che oggi conosciamo col nome di Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR). Due realtà con lo stesso patrimonio genetico in fatto di passione e territorio non potevano non incontrarsi. Ed è proprio quello che accade giovedì 18 giugno 2015, quando al castello trecentesco restaurato sulle rive del fiume Po – nell’ambito de “La cucina di Corte incontra i vini dei grandi produttori” - saranno i vini della Tenuta CampoGrande di “Monchio delle Corti” a scendere dalle montagne fino alla Bassa per sposarsi ai piatti creati da Massimo Spigaroli e dal suo staff.

Il menu ad hoc comprende: trota di Trincera leggermente marinata con uvette, perline verdi e fagiolini dell’occhio, risottino con sfilaccetti di trota, porcini e rosmarino – Fagotto dei pastori delle terre alte, entrecôte di pecora Cornigliese, patate burro e zucchine ripiene di funghi, seguito da Formaggio pecorino a latte crudo dell’Azienda Agricola Giacomo Capatti di Palanzano - con
Estremo 2012 - Ricotta dell’Appennino, miele, castagna. Si conclude con caffè, la piccola pasticceria, gli infusi di bacche e la frutta sotto spirito.

La serata si apre alle 20.00 con un aperitivo servito al bar-sò nell’aia - dove i prodotti della Val Cedra si trasformeranno in piccoli appetizer, spalla cruda di maiale nero di Parma stagionata 40 mesi, prosciutto di pecora della macelleria Orsi di Lagrimone - ed è proposta al prezzo di 60 euro a persona, con prenotazione obbligatoria.

Nessun commento:

Posta un commento