7/28/2014

I Maestri del Paesaggio dal 6 al 21 settembre Bergamo Alta

Piazza-Vecchia-giardino

I Maestri del Paesaggio

dal 6 al 21 settembre

Bergamo Alta

 
Dal 6 al 21 settembre, Piazza Vecchia a Bergamo Alta ospiterà la manifestazione “I Maestri del Paesaggio”, promotrice di un'architettura green e dell'idea del verde come fonte di benessere, fisico, sociale e mentale
A Bergamo Alta, dal 6 al 21 settembre, Piazza Vecchia, una delle più belle piazze d’Europa, diventa un giardino a cielo aperto, per fare da cornice alla manifestazione “I Maestri del Paesaggio” che richiamerà a Bergamo paesaggisti di fama internazionale la cui genialità ha dato vita a opere straordinarie, protagoniste delle più avanzate esperienze progettuali internazionali.
Benessere della mente, del corpo, dell’individuo e della collettività. “I Maestri del Paesaggio - International Meeting of the Landscape and Garden”, tra le manifestazioni più significative al mondo in tema di paesaggio, torna ad animare Bergamo Alta dal 6 al 21 settembre. L’edizione 2014 vuole approfondire il tema dell’“Healing Landascape”, del verde come fonte di benessere (cioè “healing”) i cui benefici sono molteplici e afferenti a tutte e tre le “sfere” della definizione di salute dell’Oms: fisico, mentale, e sociale.
Per due settimane, eventi itineranti, seminari, workshop, appuntamenti culturali e enogastronomici, mostre, aperitivi del paesaggio e concorsi racconteranno “I Maestri del Paesaggio”, un mondo diverso, più verde, conducendo il pubblico in un alveo di benessere e architettura green. Manifesto del paesaggio urbano sarà, anche quest’anno l’allestimento temporaneo di Piazza Vecchia, per l’occasione ribattezzata Piazza Verde.
La storica Piazza, che quest’anno porta la firma internazionale di Peter Fink in team con Lucia Nusiner e Maurizio Quargnale, si trasforma nei quindici giorni dell’evento in un salotto all’aria aperta, incantevole attrazione per migliaia di persone, capace di far riscoprire l’unicità di un paesaggio tra i più apprezzati in Italia.
La rosa di relatori dell’edizione 2014 include le più autorevoli firme tra Paesaggisti, Garden Designers, Landscape Architects selezionati e invitati da Arketipos per questa quarta edizione: da Stig L. Andresson a Fergus Garrett, da Marco Bay a Peter Fink, progettista del nuovo volto di Piazza Verde. E ancora: Pablo Georgieff, Mikyoung Kim, Luciano Giubbilei, Ugo Morelli, Ulf Nordfjell e molti altri ancora per una manifestazione che fa della vocazione internazionale e multidisciplinare il suo elemento distintivo. E le occasioni per confrontarsi con tali maestri del paesaggio saranno davvero tantissime, grazie ai Workshop, ai Seminari e agli Aperitivi del Paesaggio.
Per la prima volta, inoltre, in occasione della 4ª edizione dell’International Meeting del 20-21 settembre, Arketipos coinvolgerà il Best in Show 2014 Luciano Giubbilei per un tête a tête con Fergus Garrett, notissimo capo giardiniere di Great Dixter. I due verranno intervistati dalla direttrice della rivista britannica Gardens Illustrated, Juliet Roberts e dal pubblico presente in teatro. Attesa la Summer School a cui parteciperanno sedici studenti provenienti da tutto il mondo, supervisionati dai Visiting Professor, Andy Sturgeon e Gianni Pettena.
Con il singolare approccio learning by doing, i ragazzi lavoreranno divisi in team per favorire il confronto di idee e opinioni e la realizzazione di due allestimenti paesaggistici i cui frutti saranno visibili in occasione di Expo 2015, ovvero: una piazza storica di Bergamo Alta e la Piazza Città di Lombardia di Milano, ingresso del grattacelo sede della Regione Lombardia.
Sarà la genialità creativa dei ragazzi a plasmare il nuovo volto di entrambe le aree, progettandole a Bergamo durante la Summer School 2014 e realizzandole nell’estate del 2015, entrando così di tutto diritto a far parte della programmazione degli eventi di Expo 2015. I Maestri del Paesaggio, oltre che dal Comune di Bergamo, è patrocinata da Regione Lombardia, Expo 2015 e da numerose associazioni nazionali e internazionali.
 
Articolo di:
Mariella Belloni su Italia a Tavola

Nessun commento:

Posta un commento